Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Criminalità, Morra (Commissione antimafia) lascia la Procura: le sue parole

Un vertice breve con Cantelmo

 

L'emergenza criminalità ha richiamato l'attenzione del presidente della Commissione Antimafia, Nicola Morra, che è arrivato in città verso le 15 per un summit breve (durato circa 20 minuti) con il Procuratore Rosario Cantelmo. Il pentastellato ha fatto il punto su quanto è successo nelle ultime settimane: dai raid contro Galluccio e l'ex consigliere Genovese (finito ai domiciliari, poi, per detenzione illecita di armi) all'aggressione subita dall'assessore Giacobbe.

La sua visita fa seguito al vertice con la Dda di Napoli, che si è tenuto la scorsa settimana e che sta portando ad uno "scambio" di documenti tra Procure. Come il primo summit, anche quest’incontro è stato a porte chiuse, ma all'uscita Morra si è fermato con i cronisti: "L'incontro è stato positivo. Tutti sapete che c'è una situazione che va attenzionata e la mia presenza quì è il segno che lo Stato vuole esserci. Io penso che la miglior strategia per rimanere tranquilli con la propria coscienza sia far il proprio dovere. Se questo è stato fatto si deve restar tranquilli, se questo non è stato fatto qualche problema ci potrebbe essere".

"La Commissione antimafia - ha detto ancora - deve essere immaginata come prima difesa contro la criminalità di stampo mafioso. Il nostro appello rivolto alla gente è di prendere coscienza di quale sia il problema. Le mafie rappresentano una realtà che deve essere combattuta soprattutto a livello culturale. Per troppo tempo si è creduto che la mafia non esistesse".

Al termine dell'incontro alcuni cronisti hanno chiesto di poter parlare anche con il Procuratore cantelmo, ma ciò non è stato possibile: fonti vicine alla Procura, infatti, confermano che lo stesso cantelmo stia lavorando all'emissione di primi provvedimenti.

Nel video tutte le dichiarazioni:di Nicola Morra.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento