Mercoledì, 28 Luglio 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"40 e non vederli", inaugurata la mostra sul terremoto dell'80 al Circolo della Stampa

Reportage foto-giornalistico nei quartieri periferici di #Avellino a 40 anni dal sisma del 23 novembre 1980

E' stata inaugurata questa mattina, presso il Circolo della stampa di Avellino, la mostra fotografica "40 e non vederli", reportage foto-giornalistico nei quartieri periferici di #Avellino a 40 anni dal sisma del 23 novembre 1980.

Con gli autori, Luca Daniele e Antonello Plati, il segretario generale della Cgil di Avellino, Franco Fiordellisi, il presidente Odg Campania, Ottavio Lucarelli, il responsabile del Circolo della Stampa e giornalista del Il Mattino di Avellino, Gianni Colucci, la sociologa dell’Università Federico II, Anna Maria Zaccaria.

La fotografia come strumento di denuncia sociale

"Abbiamo raccontato delle persone che risultano ancora invisibili alle autorità di competenza per risolvere le loro situazioni di disagio". Questa la finalità del progetto degli autori, come afferma uno di loro, Luca Daniele. "Ci siamo trovati davanti a situazioni allucinanti perché nel 2021 ci sono ancora persone che vivono in case che in inverno sono fredde mentre d'estate diventano delle prigioni di fuoco. Oltre ad avere i topi come compagni di casa".

Luca Daniele e Antonello Plati hanno realizzato il reportage visitando i palazzi pesanti della periferia del capoluogo irpino dove la reazione dei residenti al loro arrivo non è stata sempre positiva. "Le persone vogliono parlare e denunciare le condizioni di vita che sopportano. In molte altre circostanze c'era reticenza e paura di denunciare" afferma Antonello Plati. "Con queste 40 foto denunciamo l'opportunismo e la rassegnazione. L'opportunismo è quello istituzionale, la rassegnazione è quella della gente che vive in questi luoghi da ormai troppo tempo" conclude l'autore.

Si parla di

Video popolari

"40 e non vederli", inaugurata la mostra sul terremoto dell'80 al Circolo della Stampa

AvellinoToday è in caricamento