Giovedì, 18 Luglio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Guardia di Finanza di Avellino celebra il 249° anniversario di fondazione: le immagini

La cerimonia si è svolta questa mattina nella caserma di Via Pontieri alla presenza di autorità civili, militari e religiose e dei finanzieri, in servizio e in congedo, del Comando Provinciale con i loro familiari

Questa mattina, presso la caserma di Via Pontieri, le Fiamme Gialle irpine hanno festeggiato il 249° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza. Un'occasione celebrativa ma anche di riflessione sul ruolo del Corpo nella salvaguardia dei principi della legalità, dell’equità e della giustizia economica che si è svolta alla presenza del Prefetto di Avellino, Paola Spena, e di altre autorità come il Procuratore della Repubblica di Avellino Domenico Airoma, il sindaco di Avellino Gianluca Festa, il comandante del 232° Reggimento Trasmissioni Colonnello Giuseppe Amato. 

249 anni della Guardia di Finanza

La solenne celebrazione è stata aperta dalla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dell’ordine del giorno del Comandante Generale del Corpo, Gen. C.A. Andrea De Gennaro, a cui è seguita l’allocuzione del Comandante Provinciale, Col. Salvatore Minale. 

Nel suo discorso di saluto, l’Ufficiale Comandante ha espresso sinceri ringraziamenti al Prefetto, guida ferma e gentile per la Comunità irpina, per il costante sostegno e l'impegno dimostrato nel promuovere la sicurezza, l'ordine pubblico e la tutela dell'economia nella comunità; ai Vescovi della provincia ecclesiastica di Avellino, sempre vicini per un sostegno spirituale; alle altre forze dell'ordine, alle istituzioni finanziarie, alla magistratura, per la collaborazione e la forte coesione nel contrasto alla criminalità economica e finanziaria e, infine, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile, ai componenti del CNSAS, agli operatori del 118, con i quali, in particolare i militari del dipendente Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, cooperano sinergicamente, in ambito regionale, negli interventi di soccorso in contesti emergenziali per salvare vite umane.

Il bilancio operativo della Guardia di Finanza di Avellino

Contrasto alla criminalità organizzata, all'evasione fiscale, alle frodi sui crediti d'imposta, allo spaccio di sostanze stupefacenti. Queste solo alcune delle attività svolte dalle Fiamme Gialle irpine a tutela della sicurezza di cittadini e imprese del territorio irpino. "La Guardia di Finanza di Avellino è ripartita dopo il Covid affrontando molteplici sfide - ha dichiarato il colonnello Salvatore Minale, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino - abbiamo avuto l'emergenza dovuta alla crisi energetica con un aumento impressionante dei prezzi, poi c'è stata la guerra in Ucraina e la gestione del PNRR dove l'azione è massiccia per evitare che ci siano pericoli di infiltrazioni della criminalità organizzata. In questo ambito abbiamo raggiunto un importantissimo risultato di un sequestro di un miliardo e settecento milione di crediti fittizi percepiti da un'organizzazione criminale che non aveva alcun requisito: oltre al sequestro sono stati denunciati 12 soggetti quasi tutti residenti nella provincia irpina. Un altro importante risultato c'è stato a Solofra dove recentemente abbiamo effettuato 12 arresti nei confronti di soggetti prestanome che, attraverso società cartiere, avevano emesso fatture per operazioni inesistenti per oltre 12 milioni di euro. Abbiamo focalizzato l’attenzione in particolare su Solofra perché non è la prima volta che scopriamo una truffa simile, anzi si conferma un territorio molto fertile da questo punto di vista, quindi l'attenzione sarà massima".

"Abbiamo altre indagini in corso per contrastare l'aumento dei prezzi con controlli nei distributori stradali di prodotti petroliferi constatando diverse irregolarità - ha continuato - altra nota positiva è l'istituzione a Sant' Angelo dei Lombardi della stazione di soccorso alpino della Guardia di Finanza che subito si è inserita nel contesto in cui opera effettuando sull’intero territorio di competenza ben 8 interventi di cui due con il recupero di persone decedute e cinque con il recupero di individui feriti".

Per quanto riguarda l'evasione in Irpinia: "C'è un leggero incremento, un dato che non riflette quello nazionale ma è comunque preoccupante. Ci siamo attrezzati per contrastare il pericolo dell'aumento degli evasori totali. Con l'Agenzia delle Entrate e la Procura abbiamo stipulato un protocollo d'intesa che ci consente di lavorare in sinergia riducendo i tempi e procedendo contestualmente e proficuamente nell'attività che riguarda il settore dell'economia".

Le ultime due operazioni di rilievo della Guardia di Finanza di Avellino hanno riguardato il sequestro di oltre 3 chili e 500 grammi di cocaina, avvenuto a Sant'Angelo dei Lombardi nei confronti di un soggetto del Foggiano, appartenente alla criminalità organizzata locale, e un altro sequestro effettuato nei confronti di un cittadino di Avellino che aveva ricevuto un chilo e mezzo di cocaina occultata all'interno di pacchetti di caffè, spediti per posta".

Atttività, queste, portate a termine dalla Guardia di Finanza di Avellino grazie alla sinergia esistente con gli altri attori istituzionali come Polizia di Stato, Carabinieri e Procura: "Il Prefetto è sempre presente, ci guida e coordina per assicurare la massima tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica" ha aggiunto il colonnello Salvatore Minale a margine delle celebrazioni.

Consegna dei riconoscimenti d’ordine morale ai militari delle Fiamme Gialle irpine

Il momento istituzionale è proseguito con la consegna di riconoscimenti d’ordine morale ai militari delle Fiamme Gialle irpine maggiormente distintisi nel periodo gennaio 2022 - maggio 2023: Capitano Annalisa DI BLASI, Maresciallo Capo CAPOBIANCO Pasquale, Sottotenente NUZZO Claudio, Appuntato scelto qualifica speciale DI CICCO Michele e, ancora, Tenente Roberto CATALANO, Luogotenente cariche speciali GALLO Carmine, Maresciallo Aiutante CALABRESE Franco, Maresciallo Capo BORRIELLO Pellegrino, Maresciallo Ordinario BACCO Vincenzo, Maresciallo DI DONNA Paolo, Brigadiere Capo qualifica speciale DE MAIO Michele, Brigadiere Capo ANDRITA Mauro e Appuntati scelti qualifiche speciali GIUFFRIDA Rosario e ANNARUMMA Lucio. La cerimonia si è chiusa con l’elegia della Preghiera del Finanziere e la sacralità dell’inno nazionale eseguiti, per l’occasione, dai bravissimi allievi del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino.

Video popolari

AvellinoToday è in caricamento