rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Sport

Scandone Avellino, il baratro è vicino: la Virtus Pozzuoli domina anche gara 2 (74-58) e va sul 2-0

I biancoverdi perdono nuovamente al PalaErrico: la retrocessione in Serie C Gold è a un passo. Venerdì, alle ore 19:30, gara 3 al PalaDelMauro

Una sconfitta che sa di resa anticipata, una sola bandiera bianca alzata e sventolata sulla quale, il verde, simbolo della speranza, sembra essere scomparso. La Scandone Avellino perde anche gara 2 del secondo turno dei playout di Serie B contro la Virtus Pozzuoli: al PalaErrico, i puteloani si impongono con il punteggio di 74-58 e vanno sul 2-0 nella serie, ipotecando la salvezza. La retrocessione in Serie C Gold, per i lupi del basket, è ormai a un passo. 

La cronaca del match

Dopo una buona partenza del roster irpino, spinto dalla verve di Alessandro Marra, i ragazzi di coach Gentile si svegliano e, con l'impatto positivo sulla partita di Amar Balic e Alessandro Cecchetti, staccano di cinque lunghezze i biancoverdi al suono della prima sirena (21-16). Nel secondo quarto, è l'ex di turno, Emin Mavric, a propiziare l'allungo di Pozzuoli, che piazza un break di 7-0 (28-18) dopo l'iniziale canestro da due di Valerio Costa del -3. Il distacco, al 18', diventa di ben diciotto punti (42-24) e coach Rodolfo Robustelli spende il secondo timeout, che scuote parzialmente gli irpini con il solito Marra sugli scudi (42-28). Sam Gaye e Nicola Savoldelli (intervallati da Uchenna Ani) rimettono le cose a posto, prima del gancio sulla sirena di Giampaolo Riccio con cui si chiude la prima metà di gara sul 47-32 per la Virtus.

Nella ripresa, il roster di casa allunga ulteriormente un distacco che tocca il +25 come picco massimo (59-34 al 26'), con la Scandone incapace di reagire, con la testa e la concentrazione altrove. Il primo canestro, su azione, del terzo quarto viene siglato da Uchenna Ani, la tripla del 59-37 al 27': un piccolo barlume di speranza che riaccende, seppur per poco, la fiammella dei biancoverdi, in grado persino di piazzare un break di 0-9 (portando il risultato dal 62-39 del 29' al 62-48 del 31'), prima della tripla di capitan Savoldelli del nuovo +17 (65-48). A quel punto, la gara assume quasi i contorni di scrimmage pre-estivo, con il divario che oscillerà, fino al termine del match, tra le 15 e le 20 lunghezze. 

In una serata amara e davvero difficile da commentare, sono Alessandro Marra (22 punti) e Uchenna Ani (15) gli unici a salvare la faccia. Ma, sul parquet, si sa, vince il collettivo, non certo i singoli. La Virtus Pozzuoli stravince, nuovamente e meritatamente, con ben quattro cestisti in doppia cifra, capitanati da Sam Gaye (15 punti) e, venerdì 4 giugno 2021, alle ore 19:30, avrà la possibilità, al PalaDelMauro, di chiudere già la contesa in gara 3, ponendo eventualmente fine alla permanenza della Scandone Avellino in Serie B dopo sole due stagioni. 

Virtus Pozzuoli-Scandone Avellino 74-58: il tabellino

VIRTUS POZZUOLI-SCANDONE AVELLINO 74-58
(21-16, 26-16, 15-14, 12-12)
VIRTUS POZZUOLI: Forte 4, Caresta 2, Savoldelli 8, Cecchetti 12, Bordi 2, Balic 12, Birra 1, Testa 0, Gueye 5, Mavric 13, Mehmedoviq ne, Gaye 15. Coach: Gentile. 
SCANDONE AVELLINO: Costa 4, Marra 22, Sousa 6, Ani 15, Riccio 8, Monina 0, Mazzarese 1, Scianguetta ne, Mraovic 2, Trapani 0. Coach: Robustelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandone Avellino, il baratro è vicino: la Virtus Pozzuoli domina anche gara 2 (74-58) e va sul 2-0

AvellinoToday è in caricamento