Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

L'Avellino e la prossima Serie C: sarà un girone ancora più di ferro

Tantissime grandi piazze del Sud in un unico girone da 20 squadre, con alcune incognite che dovranno essere risolte dalla Lega Pro: ecco come si prospetta il prossimo campionato dei Lupi

La stagione calcistica dell'Avellino si è chiusa da qualche giorno, con la sconfitta nella semifinale dei playoff contro il Padova al "Partenio-Lombardi" (0-1). Ma, per la società e per i tifosi biancoverdi, è già tempo di pensare al futuro. E se la dirigenza, da un lato, sta programmando gli incontri decisivi nelle prossime ore con Salvatore Di Somma e Piero Braglia per un'eventuale riconferma della coppia direttore sportivo-allenatore, la tifoseria irpina, dall'altro, guarda con interesse e fascino a quel che sarà il girone C della Serie C nella stagione 2021-22 che verrà.

Bari e Palermo alla ricerca del riscatto, dalla Serie D emergono tante piazze importanti

La strepitosa stagione della Ternana, culminata con un indiscusso primo posto nel girone meridionale, non è stata accompagnata, nella fase post season, da un exploit di qualche compagine del Sud in cerca di riscatto, dopo aver subito il dominio degli umbri per pressoché tutta la durata del campionato regolare.

Step by step, dunque, tutte le formazioni del girone C, partecipanti ai playoff, sono state eliminate alla fase nazionale. Le prime due squadre a rimetterci le penne sono state Bari e Palermo, sconfitte rispettivamente da Feralpisalò e Avellino al primo turno. Successivamente, è toccato al Catanzaro, testa di serie ai quarti di finale, soccombere di fronte all'AlbinoLeffe, con i lombardi in grado di ribaltare il fattore campo sfavorevole e conquistare l'accesso alle Final Four dei playoff. L'ultima squadra del Meridione ad alzare bandiera bianca è stata, appunto, la compagine irpina che, dopo l'1-1 allo stadio "Euganeo" nel match di andata contro il Padova, ha dovuto arrendersi tra le mura amiche del "Partenio-Lombardi" contro i biancoscudati (0-1).

Il prossimo campionato che l'Avellino dovrà affrontare vedrà, dunque, la partecipazione delle già sopracitate Bari, Palermo e Catanzaro: formazioni che proveranno, ancora una volta, a tentare la risalita verso la serie cadetta. Accanto a esse, persisteranno squadre pronte a recitare anch'esse un ruolo da protagonista. Parliamo di piazze dall'inconfondibile fascino storico e dal bacino di utenza considerevole, come Foggia e Catania (con gli etnei chiamati, tuttavia, a risolvere i propri problemi societari), alle quali si aggiungeranno, indubbiamente, il neoretrocesso Cosenza e le neopromosse Campobasso e Taranto, presto accompagnate da una delle due compagini di Messina (Acr o Fc), in lotta per la supremazia del girone I della Serie D.

Un nodo da sciogliere: abruzzesi o laziali nel girone C con l'Avellino?

Il criterio di suddivisione geografica adottato per la stagione 2021-22 dalla Lega Pro (altresì noto come criterio orizzontale) non basterà, almeno per il momento, a risolvere il dubbio legato al completamento del girone meridionale. Le ipotesi al vaglio del presidente Francesco Ghirelli sono due: includere le compagini abruzzesi, ossia Teramo e il neoretrocesso Pescara, oppure le laziali, ovvero Viterbese e il neopromosso Monterosi.

Sicuramente, la prima soluzione andrebbe a rendere ancor più competitivo e combattuto un girone C che già promette scintille, mentre la seconda soluzione potrebbe rendere un po' più dolce la contesa per le posizioni alte della classifica, benché entrambe le compagini della Tuscia sono intenzionate a recitare il proprio ruolo nella regular season e a dare fastidio anche ai mostri sacri della terza serie.

L'ipotetico girone C della Serie C stagione 2021-22

Ecco, dunque, quali dovrebbero essere le 17 squadre che, per evidenti motivi geografici, prenderanno parte al girone C della Serie C per la stagione 2021-22:

AVELLINO, Bari, Campobasso, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Juve Stabia, Monopoli, Paganese, Palermo, Potenza, Taranto, Turris, Vibonese, Virtus Francavilla.

Le ultime 3 squadre proverranno, come detto pocanzi, dal Lazio (Monterosi e Viterbese) o dall'Abruzzo (Pescara e Teramo) e, infine, dalla vincitrice del girone I della Serie D (Acr Messina o Fc Messina).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Avellino e la prossima Serie C: sarà un girone ancora più di ferro

AvellinoToday è in caricamento