Ternana-Avellino, Capuano: "Vogliamo regalare un sogno al pubblico irpino"

La conferenza stampa pre-gara del mister biancoverde: "Andremo a giocarci la partita della vita"

Più forte di prima, più forte di ogni cosa, per inseguire un sogno per tutto il popolo biancoverde. Ezio Capuano ha presentato la sfida di mercoledì sera Ternana-Avellino, valevole per il primo turno dei playoff di Serie C 2019-20.

Capuano: "Siamo in un momento importante della nostra storia"

Il mister dei lupi ha spiegato l'importanza della gara di mercoledì sera: "Siamo in un momento molto importante della storia del calcio avellinese. Andremo a giocarci la partita della vita, con tutte le argomentazioni sia dal punto di vista tattico, sia dal punto di vista motivazionale. Abbiamo l'obbligo di regalare a tutto il popolo irpino un sogno".

Secondo Capuano, la difficoltà dell'impegno è soltanto un mero aspetto di classifica: "Ho sempre detto che tra Ternana e Catanzaro cambiava poco, perché si tratta di squadre che sono state costruite per stravincere il campionato. Per quanto ci riguarda, affrontare la Ternana potrebbe essere, da un lato, un vantaggio, in quanto ha già giocato e la fatica da loro accumulata potrebbe incidere. Dall'altro, tuttavia, ci aspettiamo da loro cattiveria agonistica perché è la loro ultima possibilità: perdere significherebbe per loro un mezzo fallimento. Le insidie saranno tantissime, così come le nostre argomentazioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tecnico di Pescopagano è determinato a fare risultato: "Non sono preoccupato per la nostra condizione fisica. Il nostro punto di forza è l'aggressività, che abbiamo tuttora, la spinta in avanti. A prescindere da tutto, dovremo andare lì a fare la gara e di far sì che loro sbaglino quanto più è possibile. La nostra condizione fisica è notevolissima. Ho sempre portato avanti la tesi che non ci devono essere né vincitori né vinti. Ma, oggi, c'è una nuova compagine societaria, c'è un popolo che merita rispetto e ci sono dei giocatori che si impegnano tantissimo. Per cui chi andrà in campo mercoledì dovrà sputare sangue".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le strisce pedonali colorate sono pericolose: multato il Comune di Avellino

  • Avvistamento della "pantera" a Campetto Santa Rita, accertamenti in corso dei carabinieri

  • Coronavirus, gli irpini scelgono di tenere la mascherina: ecco cosa comporta non indossarla

  • Bonus per i nonni irpini che accudiscono i nipoti, ecco come funziona

  • Neonato morto a poche ore dalla nascita: denunciati medici del Moscati

  • Avellino, violenta rissa in pieno centro

Torna su
AvellinoToday è in caricamento