menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un irpino re a New York: Stefano Reppucci campione di boxe

L'atleta avellinese, emigrato a New York, ha vinto il New York City tournament, uno dei tornei estivi di boxe più importanti della Grande Mela. In finale ha mandato ko il suo avversario al secondo round

Lontano dal ring non ha resistito più di tanto. Anche con un oceano a dividerlo da casa ha sentito il richiamo di quei guantoni e di quelle corde che suo fratello gli aveva fatto amare da ragazzino. E alla fine ha avuto ragione lui. 

Perché Stefano Reppucci, ventiquattro anni, di Avellino, è il nuovo campione dei pesi medi del New York City tournament, uno dei tornei estivi di boxe più importanti della Grande Mela. 

L’atleta avellinese, emigrato in America più di un anno fa, ha battuto cinque avversari - tre per ko tecnico - e ha portato a casa la cintura, marchiando indelebilmente con l’orgoglio irpino la “Gleason's gym”, la palestra più antica degli Usa, che ha ospitato la finale. 

All’ultimo atto del torneo, al quale partecipano tutte le palestre più importanti di New York, Stefano ha mandato al tappeto il suo avversario al secondo turno. L’arbitro ha contato fino a dieci ed è esplosa la gioia dell’avellinese e dei suoi due allenatori. 

Allenatori che da quattro mesi, da quando il ventiquattrenne ha ripreso l’attività agonistica, lo seguono e lo formano nella “Gym X boxing” di Brooklyn, una vera palestra di quartiere, quasi da film. 

Così come da film è la storia di Stefano, iniziato alla boxe dal fratello maggiore che a sedici anni lo iscrive alla New Boxe Avellino di Lodovico Pellecchia. Dopo due anni di incontri, vittorie e sconfitte, Stefano decide di lasciare. 

Il destino, però, lo porta in America e, incredibilmente, gli rimette i guantoni. Il resto, poi, lo ha fatto lui. Due vittorie ai punti e tre avversari battuti per ko tecnico, finale compresa.

Un cammino netto, impeccabile, che gli ha permesso di portare a casa una cintura stupenda. Una cintura che non sarà biancoverde, ma che di certo è tutta avellinese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento