Scandone: pagata l'iscrizione in B, ma restano dubbi sulla regolarità

La verità arriverà domani

Così come è stato per i primi 20mila euro (pagati dal sindaco Festa), anche questa volta la Scandone si salva sulla sirena. In realtà, i 40mila euro versati per l’iscrizione al campionato di Serie B sembrerebbero non essere partiti da nessuno dei membri del consiglio di amministrazione, così come richiesto dal regolamento. Il bonifico porterebbe la "firma" di un terzo del quale il nome non è ancora noto. Quindi, se da un lato torna l'ottimismo dall'altro c'è ancora il timore che tutto possa essere inutile. La verità, però, verà fuori domani quando la LNP si riunirà in commissione per tirare le somme.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Matrimonio "falso" in Irpinia: lo sposo non è ancora divorziato

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

Torna su
AvellinoToday è in caricamento