menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scandone, De Gennaro: "Ora basta, se i ragazzi non mi seguono vado via"

Il coach furioso dopo la brutta sconfitta contro Sant'Antimo

Deluso e, al tempo stesso, arrabbiato per la pessima prestazione dei suoi, coach Gianluca De Gennaro ha analizzato il match tra Scandone Avellino e Geko Sant'Antimo, terminato con il punteggio di 72-96 in favore degli ospiti. 

Non sono mancate, nel corso della conferenza post gara, alcune pesanti dichiarazioni.

Il coach sbotta e "si mette" in discussione

Una partita che non ha avuto storia, secondo De Gennaro:

"C'è davvero poco da dire stasera. Non abbiamo avuto assolutamente l'atteggiamento di una squadra che doveva vincere. Così diventa difficile, perché se questo è il modo con cui giochiamo salvarci sarà impossibile. Ho provato a spronare i ragazzi per cambiare l'inerzia della gara, ma non hanno reagito. Questo, in settimana, non accade quando ci alleniamo e non riesco a trovare un motivo a ciò".

Il coach lascia addirittura intendere una soluzione estrema:

"Mi aspetto una telefonata o una risposta da parte della squadra o della dirigenza, che sia il mio esonero o ancora qualche altro giocatore per dare una svolta. Se i ragazzi non mi seguono, darò le dimissioni. Ora basta: se non mi danno risposte vado via io".

L'allenatore dei lupi prova, quindi, a individuare la causa di questa crisi di risultati utili:

"Il problema è mentale, esclusivamente quello. Perdiamo la testa ogni volta che andiamo sotto a inizio gara. Non abbiamo la forza mentale, né il talento per risalire la china. Alla lunga, questo fattore pesa. Se non giochiamo da squadra, chiunque può venire qui ad Avellino e darci 50 punti di scarto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento