Per la Scandone e il basket ad Avellino, oggi, è il punto di non ritorno

Alle ore 12 scade il termine per la presentazione della fideiussione

Ci siamo, per l'Avellino, oggi, è il punto di non ritorno. La speranza che Gianandrea De Cesare possa presentare la famosa fideiussione, è ridotta ai minimi termini. Si punterà a riscuotere i 90mila euro già versato alla Legabasket e riutilizzarli in sostituzione della fideiussione da 40mila euro (per la quale, neanche a dirlo, non c'è traccia di garanti).

Ormai non ci resta che attendere le ore 12, quando Avellino saprà se parteciperà col nome Scandone al campionato di serie B 2019-2020 oppure verrà esclusa (con ratifica entro il giorno 4) venendo cancellata definitivamente della pallacanestro con la matricola n.204. 

Unico scenario possibile

Al momento, l'unica alternativa - anche se decisamente remota - è rappresentata dalla wild card da destinare al Basket Club Irpinia, attualmente partecipante alla serie C Gold, con il placet della Federazione Italiana Pallacanestro e con un gruppo imprenditoriale pronto a sostenere economicamente la società di Cardillo in una eventuale esperienza in serie B.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Matrimonio "falso" in Irpinia: lo sposo non è ancora divorziato

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

Torna su
AvellinoToday è in caricamento