Sport

La Scandone Avellino ai playout di Serie B: ecco il regolamento

I biancoverdi affronteranno la Viola Reggio Calabria in una serie al meglio delle cinque gare, al via il prossimo 16 maggio. Ecco la formula della fase post season in cui gli irpini sono chiamati al difficile cammino verso la salvezza

Con la sconfitta subita ieri sul parquet di Ruvo di Puglia (75-70), si è ufficialmente conclusa la regular season della Scandone Avellino. I soli 10 punti conquistati dalla compagine biancoverde - uno score inficiato dalla pesante penalizzazione di 6 punti inflitta al roster irpino ai nastri di partenza - non sono bastati ai ragazzi di coach Robustelli per evitare i playout

Giunta al penultimo posto della graduatoria finale del girone D della Serie B, la Scandone Avellino affronterà nel primo turno della fase post season la Viola Reggio Calabria, in un vero e proprio scontro tra nobili decadute della pallacanestro meridionale. Ma come funzionano, esattamente, i playout di terza serie?

Playout Serie B basket: cosa deve fare la Scandone per salvarsi

Secondo quanto stabilito dalla Lega Nazionale Pallacanestro: "Le squadre classificate dal 12° al 15° posto di ogni girone accedono ai playout, strutturati su due turni all'interno di ogni girone, con i seguenti abbinamenti: 12^-15^, 13^-14^. Verrà determinata una retrocessione per girone in C Regionale. Le retrocesse in Serie C saranno in tutto 8".

Pertanto, la Scandone Avellino, che si è classificata al 15esimo posto nel girone D della Serie B, affronterà la Viola Reggio Calabria, che ha terminato in 12esima piazza la stagione regolare. L'altra sfida vedrà la Virtus Bava Pozzuoli, tredicesima forza del girone, scontrarsi con l'Epc Monopoli, che ha preceduto i biancoverdi di sole due lunghezze, posizionandosi al 14esimo posto della graduatoria finale.

Entrambe le sfide prenderanno il via il prossimo 16 maggio 2021 e si svilupperanno in serie al meglio delle cinque gare, secondo il seguente schema:

  • Gara 1: 16 maggio 2021 (Viola Reggio Calabria-Scandone Avellino; Virtus Bava Pozzuoli-Epc Monopoli);
  • Gara 2: 18 maggio 2021 (Viola Reggio Calabria-Scandone Avellino; Virtus Bava Pozzuoli-Epc Monopoli);
  • Gara 3: 21 maggio 2021 (Scandone Avellino-Viola Reggio Calabria; Epc Monopoli-Virtus Bava Pozzuoli);
  • Eventuale Gara 4: 23 maggio 2021 (Scandone Avellino-Viola Reggio Calabria; Epc Monpoli-Virtus Bava Pozzuoli);
  • Eventuale Gara 5: 26 maggio 2021 (Viola Reggio Calabria-Scandone Avellino; Virtus Bava Pozzuoli-Epc Monopoli).

Come è possibile evincere dallo schema appena proposto, la Scandone Avellino giocherà, per effetto della posizione di classifica sfavorevole, le prime due gare al PalaCalafiore, tana della Viola Reggio Calabria; la serie, poi, si sposterà in Irpinia, in occasione di gara 3. Quindi, in caso di eventuale gara 4, la serie rimarrà al PalaDelMauro, per poi ritrasferirsi al PalaCalafiore in caso di eventuale gara 5.

Per conquistare la salvezza, i biancoverdi dovranno avere la meglio sul roster reggino e vincere, dunque, almeno tre partite all'interno della serie. Se, al contrario, a prevalere sarà la Viola, la Scandone sarà costretta a disputare un secondo turno, contro la perdente della sfida tra la Virtus Bava Pozzuoli e l'Epc Monopoli.

Playout Serie B Basket: il calendario del secondo turno

La Lnp ha stabilito, inoltre, le date del secondo turno dei playout, alla quale accederanno le due perdenti del primo turno. Anche in questo caso, la serie si svilupperà al meglio delle cinque gare, secondo il seguente schema:

  • Gara 1: 30 maggio 2021 (in casa della squadra con miglior piazzamento in regular season);
  • Gara 2: 1 giugno 2021 (in casa della squadra con miglior piazzamento in regular season);
  • Gara 3: 4 giugno 2021 (in casa della squadra con peggior piazzamento in regular season);
  • Eventuale Gara 4: 6 giugno 2021 (in casa della squadra con peggior piazzamento in regular season);
  • Eventuale Gara 5: 9 giugno 2021 (in casa della squadra con miglior piazzamento in regular season).

Qualora la Scandone non riuscisse a superare il primo ostacolo ai playout, giungendo al secondo turno, i biancoverdi avrebbero, anche in questo caso, il fattore campo a sfavore e si ritroverebbero a giocare l'eventuale ultima gara in trasferta. Un handicap, quest'ultimo, non poco rilevante per Riccio e compagni che, tuttavia, hanno dimostrato nelle recenti uscite di poter giocare alla pari contro tutti, perfino con avversari ben più accreditati.

Per i biancoverdi si apre, dunque, una nuova fase delicata. Scongiurato, almeno per il momento, il rischio fallimento, con l'accettazione della proposta di concordato in bianco da parte del Tribunale di Avellino, il roster biancoverde può abbandonare le vicissitudini giudiziarie e concentrarsi, esclusivamente, sul raggiungimento dell'obiettivo salvezza che restituirebbe, all'intera piazza, un minimo di riscatto, dopo due anni di sofferenze e difficoltà senza precedenti per il massimo sodalizio cestistico irpino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Scandone Avellino ai playout di Serie B: ecco il regolamento

AvellinoToday è in caricamento