rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Sport

Palermo-Avellino, Braglia: "Rispetto per i nostri avversari, gara di andata fondamentale"

Le dichiarazioni del mister biancoverde in vista dell'andata della prima fase nazionale dei playoff di Serie C: "Il Palermo sta giocando molto bene, a Castellammare ha vinto meritatamente. Dobbiamo rompergli le scatole"

Ecco le dichiarazioni di mister Piero Braglia alla vigilia di Palermo-Avellino, match di andata del primo turno della fase nazionale dei playoff di Serie C, girone C, in programma domenica 23 maggio 2021 alle ore 17:30 allo stadio "Renzo Barbera".

"Contro il Palermo sarà un'altra storia rispetto alle due gare di campionato"

L'allenatore biancoverde parla dell'avversario e di come è stato accolto il sorteggio dalla squadra: "Ognuno ha risposto in maniera diversa dall'altra. A me, onestamente, non ha fatto piacere, ad altri sì, ad altri meno. Nemmeno loro saranno tanto contenti di averci beccato. Nelle ultime 10 partite, il Palermo ha perso una volta sola. Sta facendo molto bene, a Castellammare hanno vinto meritatamente. Adesso giocano con Kanouté falso nueve, con i movimenti di Santana e Floriano. Sarà un'altra storia rispetto alla stagione regolare: è una squadra forte e che merita rispetto. Il loro allenatore (Giacomo Filippi, ndr) sta lavorando molto bene e ha belle idee. Ha alcune assenze pesanti, ma è una squadra su cui fare molta atttenzione. E' una partita difficile, da studiare e preparare bene".

"Mi aspetto un'Avellino tosta e con carattere, dobbiamo rompergli le scatole"

Sulla condizione fisica e mentale della squadra: "E' una cosa che non si può sapere, abbiamo già parlato di queste cose. A Cosenza, ricordo che ho dovuto affrontare 9 partite in 30 giorni. Sicuramente, i ragazzi alternano momenti in cui stiamo molto bene a momenti in cui sembriamo di essere diventati molto bravi. Ma sceglieremo i calciatori che saranno in grado di affrontare questa sfida. Mi aspetto un'Avellino tosta, con carattere come vista già in gran parte della stagione, cercando di approfittare del momento a nostro favore. Non abbiamo mai interpretato una gara di andata, pensando che poi ci sarà una gara di ritorno. C'è da verificare anche lo stato nervoso della squadra, laddove abbiamo un po' sofferto. Io ci credo, ci ho sempre creduto in questo gruppo sano che vuole fare qualcosa di importante. Noi dobbiamo andare in campo per fare la nostra partita".

Per Braglia, la gara di andata è di vitale importanza, al fine di evitare di fallire la gara di ritorno: "Dobbiamo avere le antenne dritte e metterci in campo per rompere le scatole a loro. Ho il dovere di trasmettere ai ragazzi questo messaggio: una squadra che domina contro il Teramo vincendo e che va a Castellammare vincendo meritatamente, non è la stessa vista nella stagione regolare. Noi ci dobbiamo adeguare, e velocemente, tutto qui".

Su alcuni calciatori: "Laezza ed Errico stanno bene già da diversi giorni e saranno arruolabili. Maniero e Fella devono svegliarsi un po' di più. In queste categorie, il nome conta poco e niente. Mi auguro di vedere in campo gente che vuole fare questa gara: chi non la vuole fare, si siederà in panchina".

"Ripagheremo la vicinanza della Curva Sud sul campo" 

Sull'iniziativa lanciata dalla Curva Sud: "Abbiamo letto il comunicato. Farebbe piacere averli sempre vicini. Faremo di tutto per ripagarli, ma dobbiamo farlo sul campo, non a chiacchiere".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Avellino, Braglia: "Rispetto per i nostri avversari, gara di andata fondamentale"

AvellinoToday è in caricamento