menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Figc Campania, Cosimo Sibilia sarà il prossimo commissario

Si preannuncia un lungo commissariamento. Le vicende extracalcistiche sfociate in inchieste giudiziarie hanno macchiato non poco il panorama calcistico dilettantistico. Sostituisce l'ex magistrato Paolo De Fiore dimessosi per problemi di salute

L'indiscrezione che corre nei corridoi del movimento calcistico dilettantistico è l'investitura di Cosimo Sibilia a nuovo Commissario Straordinario della L.N.D. – F.I.G.C. Campania. Il terremoto giudiziario che ha coinvolto Enzo Pastore ha avuto effetti dirompenti. Giovanni Malagò presidente nazionale del Coni e Carlo Tavecchio della Figc per rimettere in ordine e ridare speranza di trasparenza nei conti nella prossima settimana indicheranno l’attuale presidente del Coni Campania ai vertici in modo da poter proseguire con la gestione commissariale dall’ex magistrato Paolo De Fiore dimessosi per problemi di salute. Il senatore Sibilia, uomo del mondo sportivo prima da calciatore, poi da dirigente ha già guidato in precedenza il Comitato Regionale Campania fino al 2000. 

Si preannuncia un lungo commissariamento. Le vicende extracalcistiche sfociate in inchieste giudiziarie hanno macchiato non poco il panorama calcistico dilettantistico.

L’ex presidente della L.N.D. – F.I.G.C. Campania Enzo Pastore potrebbe incorrere in una lunga squalifica. Il Procuratore Federale Stefano Palazzi, infatti, non sembra voler concedere sconti agli ex presidenti del Comitato Campania (Pastore e Colonna), ai loro vice (Giuliano Jacoviello e Giovanni Battaglia) e ai revisori dei conti. L’accusa sui deferiti alla Procura Federale è quella di “culpa in vigilando” per aver consentito all’ex responsabile amministrativo del Comitato, attraverso l’emissione di assegni circolari a lui intestati, anche con firme ritenute contraffatte dalla Procura della Repubblica, di appropriarsi di ingenti somme. Palazzi, pertanto, a seguito dell’udienza di giovedì, ha chiesto quindici mesi di qualifica per Pastore e Colonna; sei per Iacoviello e per i revisori dei conti; tre per Battaglia. La sentenza dovrebbe essere depositata nelle prossime quarantotto ore.

Il prossimo cinque maggio, invece, sarà discusso il deferimento di Pastore sulla vicenda di Campania Immobiliare Srl.

Come direttore generale della Campania Immobiliare srl, società di servizi della stessa Figc campana Vincenzo Pastore percepiva oltre 222mila euro di stipendio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento