Coronavirus, dott. Esposito (Us Avellino): "In ospedale per vincere questa battaglia, torneremo a stare insieme"

Le parole del medico del club biancoverde in un videomessaggio

Gennaro Esposito, medico sociale dell'Us Avellino e dirigente di I livello presso il reparto di Ortotraumatologia dell'Ospedale"Cardarelli" di Napoli, ha parlato in un videomessaggio del momento particolare che la squadra sta vivendo a causa dell'emergenza coronavirus:

"Quello che ha colpito anche la nostra città è estremamente grave. Noi medici ci troviamo a combattere ogni giorno, per dodici ore, questo virus. Ciò che vi voglio dire è che la prevenzione è l'unica arma che ci consente di vincere questo virus. L'Avellino Calcio è stata la prima squadra ad adottare questi criteri per quanto riguarda i suoi teserati e questa è una cosa di cui vado orgoglioso. Per cui dico alla popolazione: restate a casa, mantenete le distanze e rispettate quello che è stato imposto dal Governo".

Staff e squadra sono in stretto contatto per il prosieguo dell'attività fisica, anche a distanza:

"Nonostante questo periodo di difficoltà, lo staff tecnico e medico dell'Avellino segue 24h la squadra. Ogni giocatore ha la sua dieta con il minor introito possibile di carni rosse e il maggior apporto di carni bianche e pesce per mantenere il tono muscolare. Per quanto riguarda il rientro in campo, dobbiamo garantire che tutti gli atleti possano tornare allo stesso livello, onde evitare eventuali infortuni che possono insorgere. Bisogna eseguire dei test, in modo da valutare lo stato di forma di ogni singolo atleta e garantire la salute nelle prossime partite. Stiamo lavorando già da adesso per un probabile e futuro rientro e per portare i giocatori al massimo della forma.

La promessa del dott. Esposito all'intera piazza:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ringrazio tutta la società, lo staff, i giocatori e mando un caloroso abbraccio a tutti i tifosi dell'Avellino che ci sono sempre vicini. Siamo orgogliosi di far parte di questa grande famiglia. Vinceremo questa battaglia, anche noi che siamo in primo luogo in ospedale e torneremo a stare insieme, come una volta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 26 marzo 2020

  • Coronavirus, l'aggiornamento della Protezione Civile: "Sono 62.013 i positivi, in Campania 1.169"

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Come sostituire il lievito per dolci e avere torte alte e soffici

Torna su
AvellinoToday è in caricamento