Domenica, 14 Luglio 2024
Calcio

Us Avellino, Silvestri: "Non siamo stati sempre costanti, speriamo di arrivare al completo ai playoff"

Le parole del difensore biancoverde: "A Bari abbiamo cercato di evitare il più possibile certe azioni o dialoghi. Oggi si può facilmente incorrere in qualche squalifica. Siamo stati molto più attenti e diligenti"

Intervenuto nel corso dell'evento "Pasqua in Famiglia", tenutosi oggi presso l'Official Store, il difensore dell'Avellino Luigi Silvestri ha parlato del momento vissuto dalla compagine biancoverde.

"Se a Bari avessimo giocato per tutta la partita come nel secondo tempo, ci saremmo tolti qualche sassolino dalla scarpa"

In particolare, il calciatore dei Lupi ha ripercorso quanto accaduto negli spogliatoi del "San Nicola", a pochi minuti dall'inizio del match contro il Bari (1-0): "In un pre-gara, ormai, non è più facile fare determinate azioni o dialoghi, perché si può facilmente incorrere in qualche squalifica. Abbiamo cercato di evitare il più possibile screzi: loro avevano finito il campionato, noi dovevamo ancora conquistare un posto nella griglia playoff. Da questo punto di vista, siamo stati molto più attenti e diligenti. Nel primo tempo, sembravamo un po' contratti, non ci aspettavamo che il Bari facesse un certo tipo di partita. Avevamo preparato per una settimana intera un altro tipo di partita in maniera perfetta, tanto è vero che il mister si è arrabbiato all'intervallo: ci ha detto che non stavamo facendo quello che si aspettava. Ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti: 'Stiamo perdendo, adesso rialziamoci, tiriamo fuori quello che abbiamo dentro'. Per questo, siamo entrati nel secondo tempo in maniera diversa. Avessimo giocato tutta la partita come nel secondo tempo, io dico che ci saremmo tolti qualche sassolino dalla scarpa".

"Con la squadra al completo possiamo dare fastidio a tanti"

Sicuramente, un'Avellino dai due volti la squadra vista nel corso di questa stagione: "Non siamo stati sempre costanti, questo è vero. Ci sono, magari, tanti alibi, o forse non ce ne sono completamente. Sappiamo che non abbiamo rispettato le aspettative. L'unica cosa che spero è quella di arrivare al completo ai playoff: io penso che con la squadra al completo possiamo dare fastidio a tanti. Il Bari ci ha fatto un solo tiro in porta, tra l'altro facendo un eurogol. Ha fatto due tiri e due gol in due partite contro di noi. Gli abbiamo concesso davvero poco. Dobbiamo partire dai punti di forza, non dai punti deboli: sono i punti di forza che ti danno coraggio. Dobbiamo tornare al completo: recuperando Maniero, recuperando Di Gaudio e Murano al top. Tutti i problemi fisici che abbiamo avuto hanno riguardato il reparto offensivo, ed è un peccato perché è di tutto rispetto".

"Il Palermo, in casa, ha dei numeri che fanno paura, ma anche fuori casa sta ingranando"

Tra le pretendenti al secondo posto: "Temo di più il Palermo. Come ho detto a Taranto, il Catanzaro aveva avuto troppa fortuna, e quella fortuna sembra passata. Il Palermo ha vinto a Monopoli, in casa ha dei numeri che fanno paura, ma anche fuori casa sta incominciando a ingranare, ha Brunori che segna in ogni gara e la differenza in C la fanno gli attaccanti. A Bari troveranno una squadra sazia e appagata, potranno fare il bottino pieno. Speriamo che il Bari onori l'impegno fino alla fine, sono partite sentite tra le piazze. Speriamo non facciano nessun regalo".

"Il Campobasso gioca a viso aperto, speriamo che rispettino l'impegno contro il Catanzaro"

La situazione in classifica, a due giornate dal termine, sembra simile a quella della stagione passata: "Il Catanzaro, all'ultima giornata, avrà un avvesario apparentemente abbordabile come la Vibonese che, se non fa risultato contro di noi sabato, è matematicamente retrocessa. Il Campobasso gioca, invece, a viso aperto: in teoria, dovrebbe essere una partita di cartello, speriamo che rispettino anche loro l'impegno".

"A volte, l'uso dei social viene visto come un modo per farsi amare dalla piazza"

Silvestri non disdegna una frecciatina nei confronti di qualche calciatore del Bari, con probabile riferimento a Raffaele Pucino: "Sull'uso dei social, vi parla chi, in passato, ha fatto errori grossolani. A volte, l'uso dei social viene visto come un modo per farsi amare dalla piazza. Abbiamo visto che ha fatto l'uomo tramite il social, non in campo. La cosa è ben diversa. Bisogna fare i fatti, non parlare sempre. Noi lo aspettavamo in campo, non ha giocato. Lasciamo le chiacchiere a lui, noi dobbiamo fare i fatti. Forse loro, in questo momento, hanno fatto i fatti. Io ho già visto quello che dovevo vedere nei miei compagni. L'entusiasmo del primo campionato vinto ci sta tutta. Anch'io, forse, quando vincerò per la prima volta il campionato, sarò euforico. Così è un po' esagerato. Ma lasciamo la parola agli altri".

"Ai playoff spero di affrontare il Padova: voglio la rivincita"

Infine: "Ai playoff spero di affrontare il Padova, voglio la rivincita. L'anno scorso praticamente non ho mai giocato, soltanto 25 minuti da zoppo, contro di loro all'andata. Nel ritorno, non ho avuto la possibilità perché, per aver fatto la partita all'andata, mi si era gonfiata la caviglia, ritornai in campo prima del previsto. Spero di incontrare il Padova per due motivi: innanzitutto, per come si sono comportati all'andata, in terra loro; e due, perché non erano più forti di noi, hanno mantenuto la stessa ossatura dell'anno scorso, aggiungendo due o tre calciatori di caratura superiore". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Us Avellino, Silvestri: "Non siamo stati sempre costanti, speriamo di arrivare al completo ai playoff"
AvellinoToday è in caricamento