rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Calcio

Subito il passato per mister Pazienza: stasera al Partenio c'è il Foggia

Il neo allenatore dell'Avellino è cresciuto nelle giovanili del Foggia e ha giocato in prima squadra fino al 2003. Nella passata stagione il suo Cerignola fu incredibilmente eliminato nella gara di ritorno dei play-off allo Zaccheria

La sfida contro il Foggia ha sempre il suo fascino. Stavolta, Avellino-Foggia, sarà un match ancor più pregno di significati. Gli irpini devono riprendersi dall’avvio di campionato flop e rispondere “presente” rispetto alle ambizioni di salto in Serie B. In panchina è arrivato mister Michele Pazienza, cresciuto nel Foggia e calciatore del Foggia a inizio carriera. Ma, soprattutto, ex allenatore di quell’Audace Cerignola che proprio allo Zaccheria, ai play-off della scorsa stagione, ci ha rimesso le penne battuto incredibilmente 3-0 nella gara di ritorno dai Satanelli dopo il 4-1 rifilato all’andata. Ovvia la sua doppia voglia: di rivalsa contro i rossoneri e di conseguenti tre punti per i suoi biancoverdi.

Di fronte ci sarà un Foggia reduce da una estate di “passione”, in trepidante attesa di un miracoloso ripescaggio in Serie B che non è arrivato e i cui tifosi sono stati costretti a seguire più le vicende giudiziarie che quelle del rettangolo verde. I foggiani sono partiti in netto ritardo, ad agosto, con un progetto che, nelle intenzioni, doveva essere votato al ridimensionamento. Ma che, col passare delle settimane e in virtù dell’ambizione di patron Canonico, è diventato un progetto che sappia guardare alla sostenibilità economica, al minutaggio e alla zona play-off.

L’organico a disposizione di mister Cudini, reduce dalla retrocessione con la Fidelis Andria, è di qualità. Alla fine sono rimasti anche quelli in esubero (tranne Odjer rimasto fuori lista) e i rossoneri si ritrovano con una intelaiatura niente male: Dalmasso e Nobile tra i pali; capitan Garattoni e Rizzo in difesa; Di Noia, Frigerio e Vacca a centrocampo con Beretta, Schenetti e Peralta in attacco. A questi calciatori sono stati affiancati numerosi nuovi arrivi tra cui quelli di Cucchietti tra i pali dalla Lucchese; Carillo dal Novara, Marzupio dalla Pro Sesto e Salines (un ritorno) dalla Feralpisalò in difesa; Fiorini dal Fiorenzuola, Marino dalla Fidelis Andria, Martini dall’Inter, Rossi dal San Donato Tavarnelle e Vezzoni dalla Pro Patria in mediana; Embalo dal Cittadella, Tonin di ritorno dal Monterosi e soprattutto l’ex (deludente in biancoverde) Tounkara in attacco.

L’avvio di stagione dei dauni, nonostante il grande ritardo accumulato rispetto alle altre squadre del girone, non è stato pessimo. Sconfitti di misura contro il Catanzaro in Coppa Italia, i foggiani hanno ceduto a Taranto per 2-0 all’esito di un derby comunque ben disputato, mentre nell’ultimo incontro, in casa contro il Giugliano, hanno vinto per 1-0 grazie al gol di Tonin.

Arbitro dell’incontro sarà Gerardo Simone Caruso di Viterbo. Calcio d’inizio alle 20:45.

Di seguito l’attuale rosa del Foggia. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti (play-off, play-out e Coppe escluse) relative alla stagione 2022/2023.

FOGGIA – Allenatore: Mirko Cudini

PORTIERI
1 - Tommaso Cucchietti (Proveniente dalla Lucchese – 1998) (32/-26)
22 - Joaquin Dalmasso (Confermato – 2000) (4/-7)
96 – Tommaso Nobile (Confermato – 1996) (22/-25)
 

DIFENSORI
16 - Gianmarco Antonacci (Proveniente dal Nardò – 2001) (32/1)
33 - Luigi Carillo (Proveniente dal Novara – 1996) (31/1)
Luca Di Modugno (Proveniente dal Brindisi – 2001) (16/1 + 12/0 nel Molfetta)
2 - Alessandro Garattoni (Confermato – 1998) (33/8)
13 - Manuel Marzupio (Proveniente dalla Pro Sesto – 2000) (33/0)
24 - Tomislav Papazov (D) (Proveniente dal Badalona – 2001) (0/0 + 3/0 nel Foggia)
3 - Alberto Rizzo (Confermato – 1997) (29/1)
31 - Emmanuele Salines (Proveniente dal Feralpisalò – 2000) (23/0)
 

CENTROCAMPISTI
28 - Giovanni Di Noia (Confermato – 1994) (29/3)
21 - Mattia Fiorini (Proveniente dal Fiorenzuola – 2001) (33/1)
26 - Marco Frigerio (Confermato – 2001) (35/5)
8 - Andrea Marino (Proveniente dalla Fidelis Andria – 2001) (7/0 + 5/1 nella Lazio Primavera)
6 - Jacopo Martini (Proveniente dall’Inter – 2004) (29/3 nella Primavera)
14 - Orazio Pazienza (Cresciuto nella società – 2006)
25 - Alessio Rossi (Proveniente dal San Donato Tavarnelle – 2003) (28/1)
5 - Antonio Vacca (Confermato – 1990) (2/0)
27 - Franco Vezzoni (Proveniente dalla Pro Patria – 2001) (29/0)
 

ATTACCANTI
11 - Giacomo Beretta (Confermato – 1992) (8/2 + 12/2 nel Cittadella)
95 - Carlos Embalo (Proveniente dal Cittadella – 1994) (18/0)
10 - Diego Peralta (Confermato – 1996) (33/4)
7 - Andrea Schenetti (Confermato – 1991) (25/2)
32 - Idrissu Subutan (Proveniente dalla Pro Sesto – 2004) (0/0 + 1/0 nel Brescia Primavera)
9 - Riccardo Tonin (Proveniente Monterosi – 2001) (17/1 + 11/1 nel Foggia)
44 - Mamadou Tounkara (Proveniente dall’Avellino – 1996) (9/1 + 15/0 nel Cittadella)
 

FUORI LISTA
Moses Odjer (C) (Confermato – 1996) (24/0)
 

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Pablo Vitali (A) (Proveniente dal Monterosi e poi ceduto al Picerno – 2002) (0/0)

Arrivi: T.Cucchietti (por, 98, Lucchese); L.Carillo (dif, 96, Novara); L.Di Modugno (dif, 01, Brindisi); M.Marzupio (dif, 00, Pro Sesto); T.Papazov (dif, 01, Badalona); E.Salines (dif, 00, Feralpisalò); G.Antonacci (cen, 01, Nardò); M.Fiorini (cen, 01, Fiorenzuola); A.Marino (cen, 01, Fidelis Andria); J.Martini (cen, 04, Inter); A.Rossi (cen, 03, San Donato Tavarnelle); F.Vezzoni (cen, 01, Pro Patria); C.Embalo (att, 94, Cittadella); I.Subutan (att, 04, Pro Sesto); R.Tonin (att, 01, Monterosi); M.Tounkara (att, 96, Avellino)

 Partenze: M.Raccichini (por, 00); D.Thiam (por, 98, Juve Stabia); D.Di Pasquale (dif, 96, Arezzo); I.Kontek (dif, 97, Virtus Entella); D.Leo (dif, 01, Crotone); T.Markic (dif, 90, Siracusa); C.Rutjens (dif, 98, Chindia); B.Bjarkason (cen, 00, Venezia); F.Costa (cen, 95, Vicenza); D.Petermann (cen, 94, Virtus Entella); G.Battimelli (att, 05, Team Altamura); D.Iacoponi (att, 02, Rimini); R.Ogunseye (att, 95, Cesena)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Subito il passato per mister Pazienza: stasera al Partenio c'è il Foggia

AvellinoToday è in caricamento