rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Calcio

Dottor Jekyll e Mr. Hyde, l'Avellino cade anche a Picerno: 2-1

I Lupi, in vantaggio all'11' della ripresa sull'unica occasione della gara concretizzata da Russo, subiscono il ritorno dei Lucani con Diop (su rigore) e Garcia e sprofondano in zona playout

Dottor Jekyll e Mr. Hyde. Ormai è questo il profilo dell'Avellino, sempre più intrappolato in una stagione stregata e grossolana. Grande con le grandi, piccola con le piccole, la compagine biancoverde vanifica quanto di buono fatto vedere a Catanzaro in Coppa Italia di Serie C e cade a Picerno, subendo la rimonta dei Lucani nel giro di otto minuti: 2-1 il punteggio finale, nel match valevole per la quattordicesima giornata del campionato di Serie C, girone C.

Picerno-Avellino 2-1: le immagini

Primo tempo: Lupi assenti, Diop prova a portare i Lucani in vantaggio

Un'Avellino che, fin dai primi minuti di gara, si rivela essere la bruttissima copia della squadra gagliarda scesa in campo quattro giorni fa al "Ceravolo". Il Picerno, ben disposto in campo, intende riscattare il pari amaro conseguito a Cerignola nei minuti finali dell'ultimo turno (1-1) e ci prova al 10' con Abou Diop che triangola con Francesco Golfo, avanza per un paio di metri e fa partire una conclusione che finisce ben oltre la porta difesa da Pasquale Pane.

Cinque giri di lancette più tardi, Walter Guerra fugge sulla sinistra ed effettua il traversone, allontanato da Simone Auriletto. La palla viene recuperata da capitan Francesco Dettori, che carica il destro, deviato in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner successivo, Mattia Novella si invola sulla destra e crossa in area, dove Abou Diop, a due passi dalla porta, riesce ad anticipare Agostino Rizzo, ma spreca clamorosamente.

Al 25', nuovo pericolo per i biancoverdi: Antonio De Cristofaro, con una serpentina, mette in difficoltà la retroguardia irpina che prova a rimediare. Il pallone viene rimesso in mezzo, la sponda di Walter Guerra trova pronto Reginaldo, il quale scarica la sfera a sua volta verso Abou Diop che, di prima, prova a piazzarla sul palo destro, dove però si avventa un attento Pasquale Pane. L'attaccante ex Paganese è il più attivo nella prima frazione e, a due minuti dalla fine del primo tempo, ci riprova di testa, in occasione del calcio di punizione dalla destra battuto dallo stesso Guerra.

Secondo tempo: Russo illude i Lupi, ripresi da Diop (su rigore) e Garcia

Nella ripresa, i padroni di casa proseguono il loro forcing: al 7', incursione di Walter Guerra che affonda in area e tenta l'assist verso Reginaldo, anticipato all'ultimo istante da Lorenzo Moretti. Due minuti più tardi, timida reazione dei biancoverdi, con Francesco Maisto che prova un cross che rischia di smarcare sia Federico Casarini che Raffaele Russo, ma nessuno dei due comprende le intenzioni del centrocampista biancoverde classe 2004 e la palla si perde sul fondo.

Minuto 11: alla prima occasione nitida, i Lupi passano in vantaggio. Marcello Trotta recupera una preziosa palla a centrocampo e lancia Mamadou Kanoute sulla destra; il fantasista senegalese macina metri sulla fascia e serve Raffaele Russo in mezzo che, a tu per tu con Gian Marco Crispi, non può far altro che spingerla dentro. Terza rete stagionale per il calciatore ex Messina, in grande spolvero con la maglia biancoverde.

I ragazzi di mister Longo, tuttavia, non si scompongono e, al 20', incutono nuovamente timore ai biancoverdi: la battuta rapida di un calcio di punizione da parte del Picerno porta il neoentrato Gabriele Pagliai a crossare in mezzo dove, tuttavia, né Abou Diop né Reginaldo riescono ad arrivarci. Quattro giri di lancette dopo, sugli sviluppi di un altro calcio piazzato battuto da Walter Guerra, Fabio Tito tocca la palla di mano, sotto lo sguardo del signor Andreano che indica il dischetto. Dagli undici metri, Abou Diop trasforma, nonostante l'intuizione di Pasquale Pane che devia la palla, ma non riesce a evitare che la stessa oltrepassi la linea di porta.

Otto minuti più tardi, l'Avellino capitola sul quarto corner della gara per i Lucani: al 34', è Ruben Garcia a siglare la rete decisiva che completa la rimonta del Picerno, insaccando, a due metri dalla porta, e facendo esplodere il "Curcio". La rete del difensore spagnolo regala alla compagine rossoblù una vittoria preziosissima in chiave salvezza, permettendole di scavalcare proprio l'Avellino e di abbandonare, soltanto per qualche ora − complice il 3-0 della Virtus Francavilla sul Taranto − la zona playout, nella quale vengono risucchiati proprio gli uomini di mister Rastelli, fermi a quota 13 punti, al quartultimo posto.

Domenica 27 settembre, gli irpini ospiteranno allo Stadio "Partenio-Lombardi" il Taranto di Eziolino Capuano. La classifica inizia a farsi pesante per i Lupi irpini, sui quali pesano, ancora una volta, evidentissimi limiti psicologici, ancor più che tecnici. 

Picerno-Avellino 2-1: il tabellino

PICERNO-AVELLINO 2-1
MARCATORI
: 11' st Russo (A), 26' st Diop rig. (P), 34' st Garcia (P).
PICERNO (4-2-3-1): Crespi; Novella (1' st Pagliai), Garcia, Ferrani, Guerra; De Ciancio (19' st D'Angelo), Dettori; De Cristofaro, Reginaldo (43' st Gerardi), Golfo; Diop (38' st Allegretto). A disp.: Albertazzi, Monti, Liurni, Santarcangelo. All.: Longo.
AVELLINO (4-3-2-1): Pane; Rizzo, Moretti, Auriletto, Tito; Maisto (38' st Ceccarelli), Matera (44' st Franco), Casarini; Kanoute (30' st Murano), Russo; Trotta (30' st Gambale). A disp.: Forte, Pizzella, Illanes, Garetto, Micovschi, Guadagni. All.: Rastelli.
ARBITRO: Sig. Samuele Andreano della sezione di Prato.
ASSISTENTI: Sig.ri Andrea Zezza della sezione di Ostia Lido, Andrea Cecchi della sezione di Roma 1, Fabrizio Pacella della sezione di Roma 2 (quarto uomo).
AMMONITI: 4' pt Rizzo (A), 27' pt Auriletto (A), 42' pt Trotta (A), 4' st Tito (A), 28' st Diop (P) e 46' st Dettori (P) per gioco scorretto, 47' pt Reginaldo (P) per proteste.
NOTE: Angoli: 4-0. Recuperi: 2' pt, 5' st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dottor Jekyll e Mr. Hyde, l'Avellino cade anche a Picerno: 2-1

AvellinoToday è in caricamento