Calcio

Questa non è la vera Avellino, i biancoverdi cadono contro il Monterosi: 2-1

In svantaggio con un gol dell'ex Adamo, i biancoverdi acciuffano il pari con Gagliano al 19' della ripresa, ma vanno di nuovo sotto al 40' con Costantino. Incredibile passo falso degli uomini di mister Braglia, per più di un'ora in superiorità numerica (espulso Polito al 28' del primo tempo)

L'Avellino cade al "Rocchi" di Viterbo contro il Monterosi. Nel match valevole per la settima giornata del campionato di Serie C, girone C, i biancoverdi vengono sconfitti con il punteggio di 2-1.

Primo tempo: biancoverdi disattenti su Adamo, D'Angelo si fa ipnotizzare dal dischetto

L’approccio dei biancoverdi alla gara sembra quello giusto: al 4’, Mamadou Kanoute salta un paio di uomini e serve centralmente Riccardo Maniero, il quale prova la conclusione a giro che lambisce l'incrocio dei pali. Poi, però, lo stesso Kanoute accusa un problema all’inguine ed è costretto a lasciare la gara dopo nemmeno 10 minuti di gioco. È proprio in questo frangente che nasce, sull’asse degli ex, il vantaggio del Monterosi: al minuto 11, Alessandro Di Paolantonio, con una pennellata verso l'out di sinistra, serve Emanuele Pio Adamo, che mette a sedere un paio di difensori e, da posizione defilata, batte Forte con un diagonale sul secondo palo.

L’Avellino accusa il colpo e concede il pallino del gioco ai padroni di casa, che ci riprovano dalla sinistra, al 17’, con una conclusione dalla distanza di Damiano Cancellieri, centrale e facile preda dell’estremo difensore biancoverde. Ma, sul momento migliore della squadra laziale, al 28’, Vincenzo Polito commette un’ingenuità clamorosa, scagliando il pallone a terra, per frustrazione, dopo aver ricevuto un’ammonizione dal signor Fiero di Pistoia per fallo su Fabio Tito: il direttore di gara è implacabile ed estrae il doppio giallo al calciatore in maglia biancorossa.

Gli irpini riprendono il ritmo e, al 30’, ci provano con Giuseppe Carriero da fuori area, senza tuttavia impensierire Borghetto. Il gol potrebbe essere nell’aria e, al 36’, l’Avellino ha persino l’opportunità di pareggiare: il neoentrato Francesco Verde intercetta un cross dalla sinistra di Tito, il pallone arriva sui piedi di Riccardo Maniero che viene travolto da Emmanuel Mbende. Per il signor Fiero non ci sono dubbi: è penalty. Ma, dagli undici metri, Sonny D’Angelo si fa ipnotizzare da un super Nicola Borghetto, che respinge la sfera. Sulla respinta, Alessandro Mastalli non è altrettanto preciso e conclude di prima, centrando l’esterno della rete.

Secondo tempo: Gagliano scuote la squadra, ma è un'illusione. Costantino abbatte i Lupi

Nella ripresa, l’Avellino ha subito un’ottima palla gol, incredibilmente vanificata da Riccardo Maniero: al 3’, il centravanti biancoverde riceve palla, dalla sinistra, da Fabio Tito e, a due passi dalla porta, spara la sfera in curva.

Al 17’, i biancoverdi rischiano di capitolare: Rocco Costantino viene servito in area e, con un pallonetto, sorvola di poco la porta difesa da Forte. Gol mangiato, gol subito. E infatti, una manciata di secondi più tardi, al 19’, il neoentrato Luca Gagliano sfrutta un invitante cross di Salvatore Aloi sugli sviluppi del settimo calcio d’angolo per gli irpini. La torsione del giovane attaccante scuola Cagliari è micidiale, stavolta, per Borghetto, che nulla può per evitare che la sfera si insacchi alle sue spalle, sul secondo palo.

Nonostante la superiorità numerica, gli ospiti si rilassano, lasciando nuovamente l’opportunità al Monterosi di attaccare. Al 23’, è ancora Costantino a combattere contro la difesa biancoverde. Dopo un paio di finte sul marcatore, l’attaccante della compagine etrusca conclude verso il secondo palo, sfiorando il gol. Quattro minuti più tardi, è un altro ex, Gabriele Rocchi, a beffare quasi Forte sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L'Avellino, evanescente dopo il gol del momentaneo pari acquisito, si rende pericolosa soltanto al 34', con un piattone di sinistro di Alberto De Francesco, su assist di Agostino Rizzo, di poco alto sopra la traversa.

A cinque minuti dal termine del tempo regolamentare, arriva la rete che decide il match: ancora una volta, un irresistibile Rocco Costantino lotta contro Alberto Dossena, si gira e conclude, Forte non è impeccabile e la palla varca la linea di porta, per la gioia dei giocatori in maglia biancorossa e del pubblico del "Rocchi", raggiante per la prima, storica vittoria in Serie C del Monterosi che arriva, dopo la fine dei cinque minuti di recupero concessi dal signor Fiero.

Notte fonda per gli uomini di mister Piero Braglia che, soltanto tre giorni fa, aveva sentenziato in conferenza stampa contro il Catanzaro: "Avete visto la vera Avellino". E invece no: quella vista finora non è la vera Avellino. Soltanto sette punti conseguiti in altrettante partite: troppo poco per una squadra che dovrebbe combattere per le prime posizioni della classifica. I biancoverdi sprecano una clamorosa opportunità di conquistare la prima vittoria esterna stagionale, nonostante la superiorità numerica per oltre un'ora di gioco e tornano in Irpinia a mani vuote.

Domenica prossima, allo stadio "Partenio-Lombardi", arriva la Virtus Francavilla. Serve necessariamente un cambio di rotta per correggere un inizio di stagione tutt'altro che roseo.

Monterosi-Avellino 2-1: il tabellino

MONTEROSI-AVELLINO 2-1
MARCATORI
: 11' pt Adamo (M), 19' st Gagliano (A), 40' st Costantino (M).
MONTEROSI (3-5-2): Borghetto; Rocchi, Mbende, Piroli; Polito, Franchini, Di Paolantonio, Adamo (25' st Parlati), Cancellieri; Polidori (29' pt Verde), Costantino. A disp.: Alia, Buono, Buglio, Sdaigui, Caon, Ferri Marini, Nasini. All.: Morelli (squalificato D'Antoni).
AVELLINO (4-3-2-1): Forte; Ciancio (15' st Rizzo), Dossena, Bove, Tito (10' st Mignanelli); Carriero (15' st De Francesco), Aloi, D'Angelo; Kanoute (13' pt Mastalli, 11' st Gagliano), Micovschi; Maniero. A disp.: Pane, Sbraga, Matera, Messina, Plescia. All.: Braglia.
ARBITRO: Sig. Adalberto Fiero della sezione di Pistoia.
ASSISTENTI: Sig.ri Edoardo Federico Cleopazzo della sezione di Lecce, Simone De Nardi della sezione di Conegliano, Andrea Calzavara della sezione di Varese (quarto uomo).
ESPULSI: 28' pt Polito (M) per doppia ammonizione.
AMMONITI: 28' pt Polito (M) per gioco scorretto, 40' pt Tito (A), Franchini (M), 8' st Borghetto (M) e 28' st Dossena (A) per comportamento non regolamentare, 35' st Di Paolantonio (M) per proteste.
NOTE: gara con presenza di pubblico limitata. Angoli: 2-8. Recuperi: 3' pt, 5' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questa non è la vera Avellino, i biancoverdi cadono contro il Monterosi: 2-1

AvellinoToday è in caricamento