Calcio

Iannoni fa volare l'Ancona Matelica, Avellino eliminato dalla Coppa Italia di Serie C: 0-1

Decide un gol del centrocampista dorico al 7' del primo tempo. Biancoverdi incapaci di reagire e attacco ancora sterile. Lunedì sera irpini ospiti della capolista Monopoli

L'Ancona Matelica sorprende l'Avellino e lo elimina dalla Coppa Italia di Serie C, con una rete di Edoardo Iannoni dopo soli sette minuti di gioco. Al "Partenio-Lombardi", gli irpini vengono sconfitti di misura dai dorici (0-1), salutando anzitempo la competizione.

Primo tempo: biancoverdi freddati dopo soli 7 minuti da Iannoni

La partita si mette subito in salita per i padroni di casa: dopo appena un minuto, da un calcio di punizione da posizione invitante calciato da Matteo Gasperi, la respinta della barriera irpina favorisce Alex Rolfini che, prima di insaccare, tuttavia, si sistema il pallone con il braccio. La rete del vantaggio marchigiano viene rimandata di soli sei giri di lancette: al 7’, da un’azione corale partita dai piedi di Marcello Sereni, Federico Moretti protegge palla sulla linea di fondo e serve Edoardo Iannoni, il quale avanza per qualche metro e batte Pane con un diagonale rasoterra sul secondo palo.

Al 12’, nuova palla gol per la compagine dorica: Moretti, imbeccato sulla destra, mette la sfera in mezzo e il neoentrato Edoardo Ruani colpisce di testa, in maniera imprecisa. Al 18’, è l’Avellino ad andare vicina al gol del pari: Simone Ciancio riceve la sfera sulla destra e crossa in mezzo, dove trova l'inzuccata di Vincenzo Plescia, su cui Vitali non rischia, mettendo la palla in corner. Ma l’Ancona Matelica fa più male nella prima frazione e, al 29’, va vicino al raddoppio: ancora una volta, un ispiratissimo Moretti punta Sbraga e, al limite dell'area, calcia di sinistro, trovando l'opposizione di Scognamiglio. La sfera, a questo punto, viene recuperata da Rolfini, il quale indietreggia per Iannoni che tira di prima intenzione, mandando la sfera alta sulla traversa.

Al 34’, occasione nitida per i lupi: dal secondo corner della gara, Aloi mette in mezzo la sfera. Scognamiglio manca il colpo di testa, Di Renzo prova ad allontanarla, ma il pallone finisce tra i piedi di Antonio Messina, che sfiora il palo alla sinistra di Vitali. Cinque minuti più tardi, dal quarto calcio d'angolo per i biancoverdi, la sfera arriva di nuovo a Messina, il quale non riesce a trovare la giusta coordinazione per calciare in porta. A quattro minuti dalla fine del tempo regolamentare, un incontenibile Iannoni entra in area e si appresta a colpire la palla, ma risulta provvidenziale l'intervento di Gennaro Scognamiglio a evitare il raddoppio di marca dorica.

Secondo tempo: assalto sterile dei biancoverdi, gli uomini di Colavitto blindano il risultato

Nella ripresa, l’Avellino guadagna metri e occasioni per provare a pareggiare l’incontro. Al 9’, Daniele Mignanelli, dalla sinistra, crossa in mezzo: sopraggiunge Antonio Messina che, di testa, prova ad angolare la palla, ma non riesce a centrare lo specchio. L’azione si ripete dopo due minuti, con il giovane centravanti biancoverde che inzucca di nuovo, ma senza quel pizzico di potenza e precisione per battere Vitali. Al 16’ risponde l'Ancona Matelica: Ruani recupera palla a centrocampo e serve Federico Moretti, il quale tenta la velenosa conclusione di destro, respinta da Pane in calcio d'angolo.

Al 24’, mister Braglia tenta la carta Riccardo Maniero, dopo aver effettuato ben quattro dei cinque cambi a disposizione a inizio secondo tempo: il bomber biancoverde prende il posto di Messina per l’ultimo, disperato assalto alla porta dorica. Al 31’, ci prova Alberto De Francesco da calcio piazzato, con il pallone che, per poco, non va all’incrocio. L’Ancona Matelica si arrocca nella sua area di rigore e l’unica occasione propizia, prima dello scadere del tempo regolamentare, arriva dal settimo calcio d’angolo, con Davide Bove che non riesce, di testa, ad angolare, l’ottimo cross dalla bandierina di De Francesco.

Nemmeno i sei minuti di recupero concessi dal signor Di Francesco di Ostia Lido bastano ai lupi per raddrizzare la situazione. Agli ottavi di finale di Coppa Italia di Serie C, passa l’Ancona Matelica, che sbanca il “Partenio-Lombardi” a pieni meriti. I biancoverdi salutano al secondo turno la competizione e saranno, dunque, costretti a concentrarsi esclusivamente su una regular season che si preannuncia più lunga e difficile del previsto.

Lunedì sera, alle ore 21, allo stadio “Veneziani”, l’Avellino sarà ospite del Monopoli, capolista del girone C della Serie C e rivelazione di quest’avvio di stagione.

Avellino-Ancona Matelica 0-1: il tabellino

AVELLINO-ANCONA MATELICA 0-1
MARCATORI
: 7' pt Iannoni (AM).
AVELLINO (3-5-2): Pane; Ciancio (1' st Bove), Sbraga, Scognamiglio (1' st Silvestri); Rizzo, Carriero, Aloi (1' st Mastalli), Matera (1' st De Francesco), Mignanelli; Plescia, Messina(24' st Maniero). A disp.: Pizzella, Tito, D'Angelo, Gagliano. All.: Braglia.
ANCONA MATELICA (4-3-3): Vitali; Noce, Masetti, Bianconi, Di Renzo; Iannoni, Gasperi, Delcarro (11' pt Ruani, 35' st D'Eramo); Moretti, Rolfini (24' st Faggioli), Sereni (34' st Farabegoli). A disp.: Avella, Canullo, Tofanari, Papa, Sabattini, Vrioni. All.: Colavitto. 
ARBITRO: Sig. Mario Saia della sezione di Palermo.
ASSISTENTI: Sig.ri Francesco Valente della sezione di Roma 2, Francesco Arena della sezione di Roma 1 e Dario Di Francesco della sezione di Ostia Lido (quarto uomo).
AMMONITI: 15' pt Iannoni (AM), 37' pt Sbraga (A), 40' pt Matera (A), 43' pt Gasperi (AM), 19' st Rolfini (AM) e 24' st Ruani (AM) per gioco scorretto, 30' st Moretti (AM) e 31' st Colavitto (All. AM) per proteste, 52' st Mignanelli (A) per comportamento non regolamentare.
NOTE: gara con presenza di pubblico limitata. Angoli: 7-4. Recuperi: 1' pt, 7' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iannoni fa volare l'Ancona Matelica, Avellino eliminato dalla Coppa Italia di Serie C: 0-1

AvellinoToday è in caricamento