rotate-mobile
Calcio

Avellino-Vicenza 0-0, pari e rammarico: lupi imprecisi e sfortunati, la finale passa dal "Menti"

Non si sblocca la semifinale di andata tra Avellino e Vicenza, la gara allo stadio Partenio-Lombardi termina 0-0

Sei occasioni nitide, la sfortuna con due traverse colpite, il rischio della beffa nel recupero e un risultato inchiodato. Allo stadio Partenio-Lombardi va in scena la semifinale di andata dei playoff: l’Avellino di Michele Pazienza offre una prestazione convincente, costruendo diverse azioni da gol, ma il Vicenza resiste e al triplice fischio si assicura lo 0-0. La qualificazione per la finalissima resta apertissima e si deciderà domenica 2 giugno al “Menti”, in Veneto. Il tecnico di San Severo rispolvera il 3-5-2. Con l'assenza dello squalificato Cancellotti, in difesa rientra Cionek dal primo minuto assieme a Rigione e Frascatore. Nell'undici di partenza chance per Palmiero a centrocampo, con Armellino e D'Ausilio a completare il reparto. A sinistra Liotti è inamovibile, Sgarbi - dopo la buona prova contro il Catania - viene confermato a destra. In attacco con Patierno c'è Gori. Gli ospiti si schierano con il 3-4-2-1, Della Morte si muove alle spalle di Ferrari e Delle Monache.

In avvio di match episodio nell'area biancorossa con un contatto tra Ronaldo e D'Ausilio, il direttore di gara lascia proseguire. Al 4' potenziale occasione su un traversone di Sgarbi, Gori non arriva all'appuntamento con la sfera. Il Lane prova a pungere in ripartenza, ma la retroguardia biancoverde è attenta e disinnesca i primi tentativi degli avversari. I padroni di casa, spinti anche dall'incessante supporto della Curva Sud e del "Partenio", giocano bene e con trame rapide. Al 6' Armellino raccoglie una sponda e carica la conclusione dalla distanza: sfera fuori. La compagine veneta non sta a guardare e si porta al tiro con Delle Monache, Rigione respinge: Della Morte calcia da lontano, una deviazione fa terminare il pallone in angolo. L'Avellino resta proiettato in attacco e tenta di rendersi pericoloso sugli sviluppi di un corner, il Vicenza muove la palla da una parte all'altra e cerca di innescare Ferrari con gli spunti dalle corsie. Al 15' la squadra di Pazienza va ad un passo dal vantaggio. Manovra ben sviluppata, D'Ausilio pennella dalla sinistra e Patierno impatta di testa: il bomber, che prende il tempo a Golemic, manda di poco a lato, sprecando un'ottima opportunità. Al 19' Della Morte riceve tra le linee, conduce indisturbato e chiude l'azione con un mancino che si perde sul fondo. Al 24' Ronaldo imbuca per Ferrari che libera velocemente Costa, Rigione e compagni chiudono anche con l'aiuto di Sgarbi. Sul capovolgimento di fronte Gori si ritaglia lo spazio per il sinistro, ma la traiettoria non crea problemi a Confente. Alla mezz'ora Delle Monache si accentra e manda oltre la traversa con il destro. Replicano i lupi con Liotti che serve Patierno, l'attaccante - da solo e in ghiotta posizione - colpisce al volo e spara alto. L'Avellino insiste, al 35' l'iniziativa di Gori viene ribattuta e Confente allontana in qualche modo in uscita. Al 38' il "Partenio" grida al gol, ma l'incornata di Cionek si infrange sulla traversa. Sul prosieguo, Patierno gira da un metro e non trova lo specchio della porta. Proteste nel finale di primo tempo per una trattenuta in area su Sgarbi, l'ultima emozione è targata Gori: si rientra negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

Le due formazioni ritornano in campo dopo l'intervallo e non si registrano novità. Si gioca sull'equilibrio, il ritmo della gara è alto: al 50' De Col scodella dalla destra, Ferrari viene sbilanciato e svirgola. Al 54' Costa vuole impensierire Ghidotti da lontanissimo, il suo tentativo da circa trenta metri termina tra i guantoni del portiere. Passano due minuti, Della Morte recupera la sfera e non trova la porta dal limite dell'area: boato del "Partenio" che chiede un fallo su Armellino, l'arbitro non è dello stesso parere e sventola il giallo a Pazienza. Altre proteste al 57' per un'entrata scomposta dell'ammonito Greco su Palmiero: i biancoverdi invocano il secondo cartellino ma Zanotti di Rimini non è d'accordo. Al 59' Gori riceve da D'Ausilio e conclude con il sinistro, il pallone si stampa sulla traversa e torna nella disponibilità degli attaccanti: Patierno si prepara al colpo di testa, ma manca il tap-in a porta vuota per una spinta di Laezza alle spalle. Nuove polemiche, anche in questo caso il fischietto fa continuare. Doppio cambio al 62' per Pazienza: Russo al posto di Gori, Ricciardi entra per Liotti e va a destra con Sgarbi dirottato sulla fascia opposta. C'è solo l'Avellino sul terreno di gioco, tante le occasioni create e non sfruttate dai lupi. Al 66' destro senza pretese di Rigione, Confente riparte con un rinvio. Pochi secondi più tardi chance d'oro per il difensore sugli sviluppi di un piazzato dalla corsia: il numero 16, all'altezza del secondo palo, spara fuori. Soltanto al 70' il Lane si riporta in avanti con una punizione di Costa, il sinistro sorvola il montante. Al 75' altra staffetta con Marconi che fa rifiatare Sgarbi. Errore in costruzione e conclusione imprecisa di Talarico, rischiano i padroni di casa ad un quarto d'ora dal novantesimo. Ultime due sostituzioni all'82': Dall'Oglio e Rocca per Palmiero e D'Ausilio. Assedio dell'Avellino, si gioca soltanto in un'area: all'86' Ricciardi mette al centro dalla destra, Confente sbaglia l'uscita e Marconi manda sul fondo in maniera clamorosa. Il punteggio resta bloccato, nel secondo dei quattro minuti di recupero Ghidotti è prodigioso su Golemic ed evita la beffa. Zanotti fischia tre volte: la semifinale di andata termina 0-0, tra cinque giorni è previsto il ritorno al "Menti".

Il tabellino

Avellino (3-5-2): Ghidotti; Cionek, Rigione, Frascatore; Sgarbi (75' Marconi), Armellino, Palmiero (82' Dall'Oglio), D'Ausilio (82' Rocca), Liotti (62' Ricciardi); Gori (62' Russo), Patierno. A disp.: Pane, Pizzella, Tito, Llano, Mulè, Pezzella, De Cristofaro, Varela. All.: Pazienza

Vicenza (3-4-2-1): Confente; Cuomo, Golemic, Laezza (78' Sandon); De Col, Ronaldo (68' Rossi), Greco (86' Proia), Costa; Delle Morte (68' Pellegrini); Ferrari, Delle Monache (68' Talarico). A disp.: Gallo, Massolo, Busato, Mogentale, Lattanzio, Fantoni, Conzato. All.: Vecchi

Arbitro: Andrea Zanotti di Rimini

Ammoniti: Palmiero, Frascatore, Pazienza dalla panchina (A), Greco (V)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino-Vicenza 0-0, pari e rammarico: lupi imprecisi e sfortunati, la finale passa dal "Menti"

AvellinoToday è in caricamento