rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

L'Avellino manda all'inferno la Vibonese e si prende il terzo posto: 3-1

I biancoverdi superano il fanalino di coda con gol di Plescia (4' pt), Aloi (29' st) e Di Gaudio (35' st). Kanoute fallisce un rigore sull'1-0 al 15' della ripresa. Curiale non basta agli ipponici per evitare la retrocessione in D degli ipponici. Catanzaro, secondo in classifica, ok contro il Campobasso (3-0)

L'Avellino non fallisce l'appuntamento con la vittoria, strapazzando la Vibonese e condannandola alla retrocessione in Serie D. Allo stadio "Partenio-Lombardi", i biancoverdi superano la compagine ipponica con il punteggio di 3-1, nel match valevole per la trentasettesima giornata del campionato di Serie C, girone C.

Primo tempo: Plescia sblocca l'incontro dopo soli tre giri di lancette

Pronti, via e i Lupi trovano già il vantaggio, al 4' del primo tempo: Giuseppe Carriero, con un cross rasoterra, pesca un indisturbato Vincenzo Plescia che, di piatto destro, batte un incolpevole Mengoni per il vantaggio dei padroni di casa.

Gli uomini di mister Orlandi provano a reagire dopo due minuti: è lo sloveno Urban Zibert a tentare la conclusione da lontano che si spegne sul fondo, alla sinistra di Francesco Forte. I guai, tuttavia, per la compagine fanalino di coda del girone meridionale arrivano al minuto 27, quando Alessandro Carosso aggancia fallosamente Mamadou Kanoute in chiara occasione da rete: il signor Ancora di Roma 2 non ha dubbi ed espelle il difensore rossoblù, lasciando gli ipponici in dieci uomini.

Nonostante ciò, la Vibonese crea al 33' un grattacapo alla difesa biancoverde: Luca Gelonese taglia con un'incursione l'out di sinistra, arrivando fino alla linea del fondo e crossando in mezzo. L'esperto attaccante Davis Curiale è sul punto di calciare a rete, ma viene anticipato all'ultimo da un provvidenziale Fabio Tito.

Secondo tempo: Kanoute fallisce il penalty, rimediano Aloi e Di Gaudio. Di Curiale il gol della bandiera

Nella ripresa, gli irpini partono a razzo, cercando di chiudere quanto prima possibile la partita. Al 3' del secondo tempo, clamorosa occasione per Mamadou Kanoute che, a tu per tu con Mengoni, mette la sfera fuori, alla sinistra dell'estremo difensore rossoblù. Quattro minuti più tardi, sugli sviluppi del terzo calcio d'angolo della gara, Alberto Dossena appoggia in rete, ma la sua realizzazione viene annullata per fuorigioco, su segnalazione dell'assistente di linea.

Al 14', il signor Ancora di Roma 1 concede un rigore ai biancoverdi, per fallo di Luca Gelonese su Kanoute. A calciare il penalty, è lo stesso attaccante senegalese che, tuttavia, si fa ipnotizzare da Riccardo Mengoni: l'estremo difensore della Vibonese si distende alla sua destra, sulla traiettoria del pallone, deviandolo in calcio d'angolo e sventando la minaccia.

Verso la mezz'ora della seconda frazione, dopo vari tentativi, arriva la rete del raddoppio: Jacopo Murano svetta di testa tra Mattia Polidori e Giacomo Risaliti e fa da sponda a un indisturbato Salvatore Aloi che, a due passi da Mengoni, non sbaglia. Il tris non tarda ad arrivare e viene propiziato, ancora una volta, dal neoentrato attaccante ex Perugia, che, con un prezioso filtrante, serve Antonio Di Gaudio: il fantasista biancoverde non ha problemi a insaccare alla sinistra del portiere ipponico, siglando la rete del 3-0.

A tempo quasi scaduto, arriva il gol della bandiera: da un cross di Filippo Bellini, sporcato dalla deviazione della retroguardia biancoverde, Davis Curiale finalizza, calando il sipario sull'avventura della Vibonese in terza serie.

Con questo successo, l'Avellino balza al terzo posto, approfittando del turno di riposo del Palermo (63), sorpassato anche dal Catanzaro, vittorioso in casa contro il Campobasso (3-0): gli irpini salgono a quota 64 punti, a pari merito con i calabresi, ma preceduti da questi ultimi, in virtù degli scontri diretti favorevoli ai giallorossi.

Domenica 24 aprile 2022, alle ore 17:30, i Lupi saranno di scena allo stadio "Pino Zaccheria" per l'ultima giornata della regular season contro il Foggia. Serviranno ancora novanta minuti per capire quale sarà la posizione che i biancoverdi occuperanno nella griglia playoff.

Avellino-Vibonese 3-1: il tabellino

AVELLINO-VIBONESE 3-1
MARCATORI
: 4' pt Plescia (A), 29' st Aloi (A), 35' st Di Gaudio (A), 48' st Curiale (V).
AVELLINO (3-5-2): Forte; Bove, Dossena, Scognamiglio (41' st Stanzione); Ciancio, Carriero, Aloi (41' st Mastalli), Matera (16' st De Francesco), Tito; Kanoute (16' st Di Gaudio), Plescia (21' st Murano). A disp.: Pane, Chiti, Mignanelli, Rizzo, Kragl, Micovschi, Mocanu. All.: Chiaiese.
VIBONESE (3-5-2): Mengoni; Polidori, Risaliti, Carosso; Corsi, Basso (40' st Alvaro), Gelonese, Zibert (40' st Bellini), Zappa (31' pt Mahrous); Spina (30' st Panati), Curiale. A disp.: Marson, Curtosi, La Ragione, Blaze, Cattaneo, Punturiero. All.: Orlandi.
ARBITRO: Sig. Andrea Ancora della sezione di Roma 1.
ASSISTENTI: Sig.ri Davide Santarossa della sezione di Pordenone, Federico Fratello della sezione di Latina, Riccardo Boiani della sezione di Pesaro (quarto uomo).
ESPULSI: 27' pt Carosso (V) per chiara occasione da rete.
AMMONITI: 8' st Ciancio (A) e 14' st Gelonese (V) per gioco scorretto.
NOTE: Partita con capienza limitata. Angoli: 7-1. Recuperi: 1' pt, 3' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Avellino manda all'inferno la Vibonese e si prende il terzo posto: 3-1

AvellinoToday è in caricamento