rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Calcio

Avellino-Turris, Pazienza: "Siamo arrabbiati, ma oggi non si poteva fare di più!"

Nella giornata di oggi, presso lo Stadio Partenio-Lombardi, si è giocato il match valevole per la 15^ giornata del campionato di Serie C, girone C

Nella giornata di oggi, presso lo Stadio Partenio-Lombardi, si è giocato il match valevole per la 15^ giornata del campionato di Serie C, girone C, tra Avellino e Turris. "C'è sicuramente rabbia e frustrazione, ma penso che oggi non si potesse fare più di quanto fatto", ha affermato il mister Michele Pazienza. "È evidente che le aspettative erano diverse, ma i ragazzi hanno tentato in vari modi, creando situazioni cruciali davanti al portiere avversario. Abbiamo peccato di lucidità, fortuna e precisione, ma sono elementi comuni nel calcio. È importante focalizzarsi sulle cose fatte bene oggi; ce ne sono diverse. Nonostante i risultati stiano girando in modo sfavorevole, rispetto alla partita di mercoledì credo che abbiamo compiuto un passo avanti sul fronte delle prestazioni. Ora è essenziale concentrarci sul conseguimento di risultati costanti, crescere e migliorare rispetto alle ultime due partite". 

Una reazione, seppur piccola, c'è stata: "La settimana scorsa, dopo la gara di Picerno, ero molto arrabbiato per quanto ho visto nei 95 minuti. Nella partita di Coppa Italia ho notato una squadra che ha cercato di reagire, diventando più compatta e unita. Oggi abbiamo compiuto un altro passo avanti rispetto alla partita di mercoledì. È evidente che dobbiamo fare di più per ottenere un risultato significativo e vincere. Tuttavia, sono convinto che con impegno riusciremo a ritrovare il percorso iniziato qualche tempo fa". 

Troppe occasioni sprecate: "È normale che alcuni giocatori rientrino dopo un'assenza di un mese e mezzo o due, come è successo a Cionek e a Regione. Cercheremo di farli giocare il più possibile per recuperare la condizione ideale e contribuire con la loro esperienza in campo. Oggi, valutando le situazioni e le occasioni goal concesse, credo che il primo tempo abbia rappresentato la fase più critica, con un colpo sulla traversa da parte loro su un traversone laterale e qualche situazione di ripartenza. Tuttavia, non ricordo altre situazioni estremamente pericolose. Abbiamo migliorato la situazione nel breve periodo, ma ora dobbiamo concentrarci sulla via del gol e, soprattutto, sul risultato". 

Sono arrivati i primi fischi del pubblico: "È la seconda volta che ci troviamo in questa situazione, anche con il Foggia abbiamo affrontato critiche, ma è comprensibile. La peculiarità di questa città, con il suo calore e affetto per il calcio, significa che quando i risultati non soddisfano, i fischi sono inevitabili. È nostro dovere affrontare la situazione, essere presenti e accettare le critiche, parte integrante del nostro lavoro. Tuttavia, è cruciale mantenere coesione e chiarezza mentale, concentrandoci sulle azioni da compiere. Oggi accettiamo i fischi come uno stimolo aggiuntivo per migliorare", conclude il mister.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino-Turris, Pazienza: "Siamo arrabbiati, ma oggi non si poteva fare di più!"

AvellinoToday è in caricamento