rotate-mobile
Calcio

Avellino-Taranto, Capuano: "Sarà emozionante tornare al Partenio-Lombardi, ma penso solo alla mia squadra"

Le parole del tecnico rossoblù alla vigilia del match: "Avellino è una di quelle tappe che non dimenticherò mai, uno dei passaggi più intensi della mia carriera. Ma, in questo momento, il mio unico pensiero è il Taranto: voglio regalare ai tifosi la salvezza e costruire qualcosa di importante"

Ecco le dichiarazioni di mister Ezio Capuano alla vigilia di Avellino-Taranto, match valevole per la quindicesima giornata del campionato di Serie C, girone C, in programma domani allo Stadio "Partenio-Lombardi" alle ore 14:30: "Io dico sempre quello che penso: la tappa di Avellino, per me, è stata qualcosa di importante. Arrivai in un momento particolare della mia carriera, in una situazione societaria drammatica, dove non c'era nulla e dove, credo, nessun allenatore sarebbe andato a guidare quella squadra. In una situazione anche ostile in quel momento, nonostante i miei trascorsi e l'esultanza ai tempi di Castellammare, in cui, comunque, non mi sono mai permesso di offendere nessuno, arrivai ad Avellino perché la volevo. Ricordo: prima partita contro il Bari in casa, trasferta a Terni, poi Reggina e Catanzaro. Sembrava impossibile, eppure con volontà riuscimmo a fare punti. Ripeto: avere allenato l'Avellino rimarrà una delle cose più belle della mia carriera calcistica; ad Avellino e Potenza ho gli amici più importanti della mia vita. Domani sarà una partita un po' diversa: avrò tanta emozione, ma la stessa che provavo ogni volta che tornavo a Taranto da avversario, quando un giorno speravo di riprendermi questa piazza. E Avellino e Taranto sono molto simili come piazze. Sapevo che anche qui ci fossero molti problemi, ma non ho guardato né la classifica, né l'organico: ho guardato solo lo scudetto, perché io volevo Taranto. Sarà molto bello per me, domani, tornare ad Avellino. È una di quelle tappe che non dimenticherò mai, uno dei passaggi più intensi della mia carriera. Ma, in questo momento, il mio pensiero è per il Taranto e spero di rimanere il più possibile in questa splendida città, regalando una salvezza che sarebbe come vincere un campionato e, magari, costruire qualcosa di importante. Lavoro con il mio staff 20 ore al giorno per questa squadra".

"L'Avellino puntava a vinceere il campionato, non ci facciamo certo influenzare dalla classifica"

Sulla preparazione della gara: "Abbiamo bisogno di punti, come del resto anche l'Avellino. In questa settimana abbiamo lavorato sull'avversario: l'Avellino puntava a vincere il campionato, non ci facciamo certo influenzare dalla classifica che non è assolutamente figlia dell'organico che ha a disposizione. Sicuramente, c'è qualche problema, ma io sono concentrato sulla mia squadra. Veniamo da una grandissima prestazione, dove il risultato è stato umiliante e inveritiero. Seppur con tantissime assenze, abbiamo fatto una partita molto importante a Francavilla. Sappiamo del valore dell'avversario, ma dobbiamo far punti. Ogni punto per raggiungere la salvezza è una medaglia. Sappiamo anche di essere una squadra che sta bene sotto il profilo dell'organico e della disposizione tattica. I ragazzi si applicano in continuazione. Purtroppo, abbiamo questa miriade di assenze che ci stanno penalizzando, ma siamo convinti di fare un'ottima partita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino-Taranto, Capuano: "Sarà emozionante tornare al Partenio-Lombardi, ma penso solo alla mia squadra"

AvellinoToday è in caricamento