rotate-mobile
Calcio

A Dossena risponde Carletti, l'Avellino non va oltre l'1-1 contro il Latina

Vantaggio di Dossena al 5', pari di Carletti al 35'. Espulso al 39' Carriero per un colpo proibito su Nicolao. Fischi del "Partenio-Lombardi" ai giocatori biancoverdi

Terzo pari in altrettante partite per l'Avellino, che subisce il ritorno dal Latina e i mugugni di un "Partenio-Lombardi" che, probabilmente, aspettava con trepidazione e fiducia la prima vittoria stagionale degli uomini di mister Braglia. Nel match valevole per la terza giornata del campionato di Serie C, girone C, i biancoverdi non vanno oltre l'1-1.

Accade tutto nel primo tempo, espulso Carriero per un colpo proibito

Brivido iniziale per i lupi dopo appena 90 secondi di gioco: da calcio piazzato, Giuseppe Nicolao calcia una parabola quasi perfetta, che si infrange sulla traversa. L’Avellino non si fa intimorire e, al minuto 5, trova la rete del vantaggio: sugli sviluppi del secondo corner per i biancoverdi, Fabio Tito crossa verso il mezzo e trova l'inzuccata di Riccardo Maniero. Cardinali si oppone come meglio può, ma la sua respinta favorisce Alberto Dossena e l’arcigno difensore, a due passi dalla porta, insacca.

I padroni di casa provano a rendersi pericolosissimi sulle palle inattive: al 9’, di nuovo da calcio d’angolo, è Maniero a sfiorare il gol di testa. Al 27’, si accende Mamadou Kanoute, che prova a insidiare Cardinali, con una conclusione a giro, tuttavia, troppo centrale per sorprendere l’estremo difensore pontino. Tre minuti più tardi, il senegalese serve in area Carriero, il quale spreca clamorosamente, calciando sul fondo.

Nel momento migliore per l’Avellino, arriva il pari del Latina: il figlio d'arte Di Livio serve Marco Teraschi, il quale pesca nello stretto Cristian Carletti che, a tu per tu con Forte, non sbaglia. La partita si complica al 39’, quando Giuseppe Carriero colpisce in maniera proibita Nicolao sotto lo sguardo del quarto uomo, il signor Antonio Monesi di Crotone: rosso diretto per il centrocampista biancoverde e Avellino in dieci uomini, costretto a ripartire daccapo, nella ripresa, con l’handicap dell’inferiorità numerica.

Tanta carica, ma poca concretezza: fischi al "Partenio-Lombardi" a fine gara

Al 10’ della ripresa, Giuseppe Nicolao si invola sull’out di sinistra e trova il neoentrato Lorenzo Rosseti che, di testa, non riesce a indirizzare la sfera verso la porta. Dopo tre minuti, risponde l'Avellino con Simone Ciancio: il terzino destro biancoverde supera un paio di avversari e si accentra, tentando la conclusione, tuttavia centrale e facile preda per Cardinali. Al 22’, lo stesso Ciancio rischia tantissimo, controllando in maniera maldestra una sfera che Nelson Atiagli può trasformare in oro; ma il neoentrato calciatore nerazzurro perde l'attimo giusto e la sfera ritorna tra le mani di Forte.

Al 34’, l’Avellino va vicinissima al nuovo vantaggio: calcio di punizione dalla sinistra di Fabio Tito, Luigi Silvestri si tuffa e impatta di testa. Una sfortuna inaudita per i lupi, con la palla che prima sbatte sulla traversa e poi sfiora la linea di porta. Il Latina non si arrende: al 37’, ottimo scambio tra Ercolano e Rossetti, con il primo che serve il rientrante Nicolao che, con il sinistro, impensierisce Forte, mancando di poco lo specchio della porta. Il quarto uomo indica 5 minuti di recupero e i biancoverdi si giocano le ultime carte: Ciancio mette la sfera in mezzo, Alessandro Mastalli e Vincenzo Plescia non si intendono e il primo non riesce a trovare la coordinazione giusta per colpire.

Al triplice fischio del signor Costanza di Agrigento, i tifosi biancoverdi non risparmiano i loro beniamini: fischi del pubblico del "Partenio-Lombardi" indirizzati ai calciatori e, in particolar modo, a mister Piero Braglia, per un pari che sa di occasione gettata alle ortiche. L'Avellino non riesce a trovare il feeling con la vittoria e incappa nel terzo pareggio consecutivo. Mercoledì, alle ore 17, i lupi irpini torneranno in campo, al "Partenio-Lombardi", per la sfida contro l'Ancona Matelica, valevole per il secondo turno eliminatorio della Coppa Italia di Serie C.

Avellino-Latina 1-1: il tabellino

AVELLINO-LATINA 1-1
MARCATORI
: 5' pt Dossena (A), 35' pt Carletti (L).
AVELLINO (4-3-3): Forte; Ciancio, Dossena, Silvestri, Tito (42' st Mignanelli); Carriero, De Francesco (28' st Matera), D'Angelo; Kanoute, Maniero (28' st Plescia), Gagliano (1' st Mastalli). A disp.: Pane, Bove, Rizzo, Sbraga, Scognamiglio, Messina. All.: Braglia.
LATINA (4-4-2): Cardinali; Ercolano, De Santis, Esposito, Nicolao; Teraschi (21' st Atiagli), Spinozzi, Tessiore, Di Livio; Mascia (1' st Rosseti), Carletti (28' st Jefferson). A disp.: Alonzi, Celli, Giorgini, Amadio, Ricci, Pastore, D'Aloia, Sane. All.: Di Donato.
ARBITRO: Sig. Antonino Costanza della sezione di Agrigento.
ASSISTENTI: Sig.ri Luca Feraboli della sezione di Brescia, Nicola Tinello della sezione di Rovigo, Antonio Monesi della sezione di Crotone (quarto uomo).
ESPULSI: 39' pt Carriero (A) per gioco scorretto.
AMMONITI: 19' pt Spinozzi (L) per gioco scorretto, 48' pt Teraschi (L) per comportamento non regolamentare.
NOTE: gara con presenza di pubblico limitata. Angoli: 9-1. Recuperi: 3' pt, 5' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Dossena risponde Carletti, l'Avellino non va oltre l'1-1 contro il Latina

AvellinoToday è in caricamento