Giovedì, 28 Ottobre 2021
Calcio

L'Avellino impatta contro il Campobasso e i legni: al "Partenio-Lombardi" finisce 1-1

Irpini e molisani si dividono la posta in palio: in svantaggio al 23' della ripresa su gol di Di Francesco, i biancoverdi pareggiano al 31' del secondo tempo con rigore di D'Angelo. Una traversa e due pali per gli uomini di mister Braglia

L'Avellino stecca la prima, impattando contro un Campobasso coriaceo e contro i legni della porta difesa da Raccichini. Al "Partenio-Lombardi", finisce 1-1 il match tra irpini e molisani, valevole per la prima giornata del campionato di Serie C, girone C.

Primo tempo: traversa di Kanoute al 41'

Il primo squillo del match di esordio è degli ospiti: al 7’, Michele Emmausso si rende pericoloso con una conclusione che, tuttavia, incontra l’opposizione di Francesco Forte. Qualche istante più tardi, è Simone Ciancio a sfondare sulla fascia destra e a servire Vincenzo Plescia, il cui colpo di testa è impreciso. Al 12’, prima palla gol per i lupi: Mamadou Kanoute si libera abilmente della marcatura dei centrali molisani, entra in area e scaglia un fendente sul quale, tuttavia, Matteo Raccichini si fa trovare pronto. Sulla respinta, Plescia prova di testa a indirizzare la palla in porta, ma finisce alta sopra la traversa.

Il Campobasso dimostra, comunque, di essere la squadra peperina già vista nell’amichevole di fine luglio al “Nuovo Romagnoli” e prova a colpire la porta biancoverde: al 23’, la conclusione da calcio piazzato di Francesco Giunta scende non lontana dall'incrocio, spegnendosi di poco sul fondo. Dopo quattro minuti, l’Avellino risponde ispirato ancora da Kanoute: il trequartista senegalese supera gli avversari con un paio di finte e crossa verso il mezzo, Alessandro Dalmazzi allontana di testa e la sfera, uscita dall’area, viene colpita di prima da Sonny D’Angelo, la cui conclusione è imprecisa. Al 37’, tornano i rossoblù all’attacco con Michael Liguori: il suo sinistro da distanza proibitiva è insidioso per la retroguardia biancoverde, ma non per Forte, che blocca in due tempi.

Al 41’, occasionissima per l'Avellino: è ancora Mamadou Kanoute a mettere in difficoltà la retroguardia molisana. Il senegalese entra in area e sfodera il destro che sbatte sulla traversa. Sulla respinta, Daniele Mignanelli preferisce servire Plescia, invece di tentare la conclusione, e viene intercettato. Non accade più nulla e, dopo un minuto di recupero, il signor Caldera manda le due squadre al riposo sul punteggio di 0-0.

L'Avellino impatta contro il Campobasso e i legni: al "Partenio-Lombardi" finisce 1-1

Secondo tempo: doppio palo al 9', vantaggio di Di Francesco e pari di D'Angelo

Il match riprende con le vibranti proteste di Giuseppe Carriero che lamenta, al 4’, di essere stato atterrato irregolarmente in area di rigore da Mattia Rossetti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dopo un paio di minuti, Cristian Fabriani sottrae la sfera a Mignanelli e calcia un sinistro potente, ma centrale, non pericoloso per Forte. Al 9’, pazzesca azione per i biancoverdi: Sonny D'Angelo serve Daniele Mignanelli che, dalla sinistra, sfodera un tiro potentissimo che colpisce il palo. Sulla respinta, Vincenzo Plescia prova il piattone di sinistro, con la sfera che impatta ancora una volta sul legno.

Dopo la clamorosissima doppia palla gol per i padroni di casa, la gara si addormenta fino al 23’, minuto in cui il Campobasso trova la rete del vantaggio: un inarrestabile Michael Liguori taglia con la sua straripante corsa la difesa biancoverde e serve il neoentrato Davide De Francesco che, al limite dell’area, si gira e fulmina Forte. L’Avellino non si scompone e, al 31’, trova l’occasione per il pareggio: Mamadou Kanoute scappa ancora sulla destra, entra in area e viene atterrato da Francesco Bontà. Non bastano le proteste dei calciatori rossoblù a far cambiare idea al signor Caldera di Como, che indica il dischetto. Dagli undici metri, Sonny D'Angelo non sbaglia, calciando una conclusione dal imparabile per Raccichini che, pur intuendo, non può far nulla.

Il gol restituisce motivazioni ai biancoverdi: al 38’, ottimo spunto del neoentrato Luca Gagliano, che si crea lo spazio per la conclusione e va di sinistro, sfiorando l'incrocio. Al 43’, Fabio Tito, dalla sinistra, crossa in mezzo, Claudiu Micovschi sfiora soltanto di testa la sfera che si spegne sul fondo. Il quarto uomo, signor Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto, indica cinque minuti di recupero, ma non accade nulla di rilevante e, così, cala il sipario sul match di esordio della stagione regolare per i lupi.

Sabato 4 settembre 2021, alle ore 20:30, i biancoverdi saranno impegnati nella prima trasferta del campionato, contro la Juve Stabia allo stadio "Romeo Menti".

Avellino-Campobasso 1-1: il tabellino

AVELLINO-CAMPOBASSO 1-1
MARCATORI
: 23' st Di Francesco (C), 31' st D'Angelo rig. (A).
AVELLINO (3-4-2-1): Forte; Bove (1' st Scognamiglio, 25' st Gagliano), Sbraga, Silvestri L.; Ciancio, Mastalli (10' st De Francesco), D'Angelo, Mignanelli (10' st Tito); Carriero, Kanoute; Plescia (25' st Micovschi). A disp.: Pane, Pizzella, Rizzo, Matera, Messina. All.: Braglia.
CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Menna, Dalmazzi, Vanzan; Bontà (48' st Nacci), Candellori, Giunta (18' st Tenkorang); Emmausso (17' st Di Francesco), Rossetti (28' st Parigi), Liguori (28' st Vitali). disp.: Zamarion, Coco, Magri, Sbardella, Pace, Martino, Di Biase. All.: Cudini.
ARBITRO: Sig. Mattia Caldera della sezione di Como.
ASSISTENTI: Sig.ri Fabio Catani della sezione di Fermo, Andrea Zezza della sezione di Ostia Lido, Fabio Pirrotta della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto (quarto uomo).
AMMONITI: 2' pt Menna (C), 17' pt Bove (A) e 30' st Bontà (C) per gioco scorretto, 46' st Vitali (C) per proteste.
NOTE: gara con presenza di pubblico limitata. Angoli: 2-3. Recuperi: 1' pt, 5' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Avellino impatta contro il Campobasso e i legni: al "Partenio-Lombardi" finisce 1-1

AvellinoToday è in caricamento