rotate-mobile
Calcio

L'Avellino spreca in superiorità numerica, Malcore la castiga: contro l'Audace Cerignola è solo 1-1

Agli irpini non basta il gol su rigore di Marcello Trotta al 19' della ripresa: gli ofantini, con coraggio e in dieci uomini, ottengono un preziosissimo pareggio con il loro bomber. Taurino sulla graticola: ore decisive per il mister biancoverde

"Dimostrare che questa squadra non vale 7 punti". Era questo l'obiettivo preposto da mister Roberto Taurino per la sua Avellino che, tuttavia, si è sciolta come neve al sole contro l'Audace Cerignola. I biancoverdi sprecano la superiorità numerica e si fanno raggiungere nel finale dagli ofantini: 1-1 il risultato finale, nel match valevole per l'ottava giornata del campionato di Serie C, girone C.

Avellino-Audace Cerignola 1-1: le immagini (Foto di Antonella Sarno)

Primo tempo: Tascone fa tremare i Lupi, i biancoverdi ci provano con Casarini, Trotta e Ceccarelli

Il primo squillo della gara è di marca gialloblù: all'8', sugli sviluppi del corner battuto da Samuele Neglia, Richard Marcone allontana di pugni e Mattia Tascone fa partire un tiro che sfiora il palo destro. Quindici minuti più tardi, è Ismail Achik, da oltre trenta metri, su calcio piazzato, a sfoderare una conclusione a giro che si spegne di poco alto sulla traversa.

Al minuto 26 si sveglia l'Avellino: Tommaso Ceccarelli avanza palla al piede e scarica verso Federico Casarini, il quale, dopo qualche metro, arriva al limite dell'area e, di sinistro, rifila un tiro piazzato, ma sporcato dalla deviazione di un difensore gialloblù e facile preda di Umberto Saracco. Verso la mezz'ora, Raffaele Russo lancia Marcello Trotta che, da posizione defilata all'interno dell'area, tenta un diagonale di sinistro con il quale, tuttavia, non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Cinque giri di lancette più tardi, Tommaso Ceccarelli sfodera un tiro-cross di controbalzo che viene bloccato dall'estremo difensore ofantino.

Secondo tempo: primo centro di Trotta su rigore, ma in dieci uomini l'Audace pareggia con Malcore

Nella ripresa, non si muove una foglia, fino al 16', nel momento in cui si verifica l'episodio che rischia di cambiare la gara: sugli sviluppi del quinto calcio d'angolo in favore dei biancoverdi, Lorenzo Gonnelli rifila una gomitata sul volto del malcapitato Lorenzo Moretti in area di rigore. Tutto accade sotto gli occhi del direttore di gara, signor Centi di Terni, che indica il dischetto del rigore ed espelle il difensore gialloblù, entrato in campo dopo appena tre minuti al posto del già ammonito Manuel Botta.

A battere il penalty, ci pensa Marcello Trotta: il numero 29 sistema la palla sul dischetto e segna, nonostante l'intuizione di Saracco che si distende sul lato giusto, senza però riuscire a evitare che la palla oltrepassi la linea di porta. Esplode il "Partenio-Lombardi" alla prima rete stagionale dell'attaccante nativo di Santa Maria Capua Vetere, accolto con gran calore dai compagni di squadra.

Al 29', i Lupi hanno la possibilità di chiudere la gara: erroraccio di Saracco in fase di rinvio, Jacopo Dall'Oglio recupera palla e, con un forte rasoterra, sfiora il palo destro. Da questo momento in poi, tuttavia, gli irpini smettono di giocare, concedendo fin troppo agli ofantini ridotti in dieci uomini; d'altro canto, Antonio La Porta (vice di Michele Pazienza, squalificato) tenta il tutto per tutto, schierando Filippo D'Andrea al posto di Samuele Neglia.

Ed è proprio su iniziativa del neoentrato D'Andrea che, al 37', trema la difesa biancoverde: Giancarlo Malcore raccoglie palla in area, si difende dal pressing di Moretti e, di sinistro, centra l'esterno della rete. Il secondo campanello d'allarme arriva al minuto 41: è sempre Malcore ad andare vicino al gol, con un'azione fotocopia a quella precedente. La beffa è nell'aria e, al 44', approfittando di un batti e ribatti in area, il bomber gialloblù fulmina Marcone, regalando un insperato pareggio ai calorosissimi sostenitori giunti da Cerignola.

Il quarto uomo, signor Rispoli di Locri, indica cinque minuti di recupero sulla tabella luminosa e l'ultima occasione è per l'Avellino: a testa bassa, Fabio Tito pesca dalla sinistra Federico Casarini che, di testa, manda la sfera in alto. Finisce la gara, tra i fischi del "Partenio-Lombardi" e la contestazione a oltranza che si estende fino al mister Roberto Taurino, ora più che mai sull'orlo della graticola.

Martedì 18 ottobre 2022, alle ore 21, i biancoverdi saranno ospiti della Viterbese allo Stadio "Enrico Rocchi": serve una sterzata immediata per aggiustare un cammino che, fino a questo momento, si è rivelato tutt'altro che soddisfacente per la compagine irpina.

Avellino-Audace Cerignola 1-1: il tabellino

AVELLINO-AUDACE CERIGNOLA 1-1
MARCATORI
: 19' st Trotta rig. (A), 44' st Malcore (AC).
AVELLINO (4-3-3): Marcone; Ricciardi, Moretti, Aya, Tito; Franco (24' st Dall'Oglio), Matera, Casarini; Ceccarelli (43' st Micovschi), Trotta (28' st Murano), Russo R. (43' st Gambale). A disp.: Pane, Auriletto, Illanes, Rizzo, Garetto, Maisto. All.: Taurino.
AUDACE CERIGNOLA (4-3-3): Saracco; Botta (13' st Gonnelli), Blondett, Ligi, Russo L.; Bianco (26' st Capomaggio), Tascone, Sainz-Maza (26' st Ruggiero); Achik (13' st D'Ausilio), Malcore, Neglia (33' st D'Andrea). A disp.: Fares, Trezza, Basile, Farucci, Olivera, Langella, Inguscio, Vitali. All.: La Porta.
ARBITRO: Sig. Matteo Centi della sezione di Terni.
ASSISTENTI: Sig.ri Lorenzo Giuggioli della sezione di Grosseto, Fabio Dell'Acriprete della sezione di Vasto, Giuseppe Rispoli della sezione di Locri (quarto uomo).
ESPULSI: 16' st Gonnelli (AC) per gioco pericoloso.
AMMONITI: 38' pt Botta (AC) per gioco scorretto, 30' st Ligi (AC) e 49' st Matera (A) per gioco scorretto, 18' st Russo (AC) e 38' st Marcone (A) per comportamento non regolamentare.
NOTE: Angoli: 5-1. Recuperi: 0' pt, 5' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Avellino spreca in superiorità numerica, Malcore la castiga: contro l'Audace Cerignola è solo 1-1

AvellinoToday è in caricamento