rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Basket

Non c'è due senza tre, l'IVPC Del.Fes Avellino batte anche la BPC Virtus Cassino: 81-69

I ragazzi di coach Benedetto ottengono la terza vittoria in altrettante gare, grazie al trio Valentini-Vitale-Caridà

Non c'è due senza tre per l'IVPC Del.Fes Avellino che resta a punteggio pieno e conferma l'ottimo inizio stagionale. Nel match valevole per la terza giornata del campionato di Serie B, girone D, i ragazzi di coach Benedetto si impongono sulla BPC Virtus Cassino con il punteggio di 81-69.

IVPC Del.Fes Avellino-BPC Virtus Cassino 81-69: le immagini

IVPC Del.Fes Avellino-BPC Virtus Cassino 81-69: il commento della gara

Pronti, via e subito botta e risposta tra Matteo De Leone e Donato Vitale (2-2). Il primo vantaggio biancoverde, firmato da Niccolò Petrucci, viene subito stroncato dalla tripla di Flavio Gay che riporta in vantaggio i laziali (4-5). L'IVPC alza i ritmi e, con un break di 9-0 − merito dei già citati Vitale e Petrucci, oltre che di Alessandro Marra − si porta sul 13-5 al minuto 5. Kevin Brigato riduce le distanze (13-7), ma Petrucci ha la mano calda e lo dimostra sul tiro da oltre l'arco del +9 (16-7). Michael Teghini va a segno dalla lunetta (16-9) e apre al controparziale della BPC, a cui prendono parte anche Brigato e De Leone (16-13). Giacomo Eliantonio e Donato Vitale riconducono la Del.Fes in acque più calme (20-13), ma il 2/2 dalla lunetta di Jakov Milosevic e la nuova tripla di Gay riavvicinano pericolosamente Cassino (20-18). Sul finale di quarto, sale in cattedra Andrea Valentini: segna il primo libero e, sul secondo tentativo errato, il numero 9 in canotta biancoverde conquista il rimbalzo e segna da due sulla sirena, fissando il punteggio sul 23-18 al 10'.

Nel secondo quarto, entra Matteo Caridà e imprime subito il suo marchio di fabbrica dalla distanza, con due triple al fulmicotone (29-18). Il nuovo parziale di 9-0 della Del.Fes viene interrotto dai due punti di Flavio Gay, ma è ancora Caridà a riportare il divario entro le undici lunghezze (31-20). Gancio di Giacomo Eliantonio per il +13 (33-20), Andrea Valentini combatte sotto le plance e permette ad Avellino di inanellare un altro parziale (35-20). Kevin Brigato bisticcia con il canestro dalla lunetta, mentre il solito e insaziabile Caridà si prende un fallo su tiro da tre concretizzato in pieno per il +18 di marca irpina (38-20). Valentini primeggia nel pitturato e consente all'IVPC di doppiare Cassino al 15' (40-20). David Paunovic e Flavio Gay ci mettono una pezza ai liberi (40-24), chiudendo il terzo superbreak dei padroni di casa sull'11-0. Il match si addormenta e un impavido Gay continua a caricarsi la Virtus sulle spalle (40-27). Alessandro Marra interrompe il controbreak di Cassino (42-27), ma, ancora dalla lunetta, Lazar Kekovic mette a referto i primi quattro punti della gara (42-31). Ancora Marra toglie le castagne dal fuoco (44-31), ma Kekovic è entrato in partita e sfoggia la sua qualità (44-33). Eliantonio torna a ruggire nel finale di quarto e i due roster vanno all'intervallo sul punteggio di 46-33. 

Al rientro sul parquet, è Michael Teghini a ridurre il distacco entro le undici lunghezze (46-35), l'IVPC spreca grossolanamente alcune opportunità e Jakov Milosevic porta il divario a -9 (46-37). Gioco da tre di Donato Vitale per il nuovo +12 di marca Del.Fes (49-37), mentre si rivede in grande spolvero Flavio Gay, infallibile anche dalla lunetta (49-39). Si scalda, ai liberi, anche Marco Venga con i primi due punti della serata (51-39). Altri due punti, con tiro libero aggiuntivo, per Kevin Brigato che, tuttavia, non coglie a pieno l'opportunità (51-41). Si rivede, dalla distanza, Niccolò Petrucci, aiutato anche dall'ausilio della tabella (54-41). Donato Vitale non sbaglia dalla lunetta (56-41), mentre Andrea Valentini realizza soltanto il primo libero, quanto basta per allungare sul +16 (57-41). L'instancabile Gay prova a tenere in vita Cassino (57-43), ma Venga interompe subito il tentativo di risalita del roster laziale (59-43). Anomalo uno su due per Matteo Caridà (60-43). Si rivede David Paunovic da due (60-45), ma Valentini è incontenibile sotto canestro (62-45). Nuovo canestro di Paunovic (62-47), mentre Lazar Kekovic non sfrutta la ghiotta chance di tre tiri liberi (frutto di un fallo su tiro da due e un tecnico fischiato alla Del.Fes), totalizzando un mero 1/3 (62-48). Il numero 9 si rifà, tuttavia, con un pregevole canestro in penetrazione (62-50), prima del solito coniglio dal cilindro pescato dal funambolico Caridà che vale il 65-50 in favore degli irpini alla fine del terzo quarto.

Ultimo quarto: Andrea Valentini piazza altri due punti importanti (67-50), ma la tripla di David Paunovic e il tiro dall'area di Lazar Kekovic riavvicinano la Virtus al roster biancoverde (67-55). Ancora, il numero 9 in canotta rossoblù è preciso dalla lunetta e riaccende una fiammella per Cassino (67-57). Donato Vitale ferma il break della BPC (69-57), coach Russo si innervosisce e subisce fallo tecnico. Lo stesso Vitale non ne approfitta dalla lunetta, ma è ancora un sontuoso Valentini a rimettere la situazione in tranquillità (71-57). Ancora Kekovic, da due, seguito dall'1/2 di Jakov Milosevic (71-60). Tiri liberi anche per Vitale che, stavolta, non sciupa l'occasione (73-60). Dai e vai vincente tra Petrucci e Valentini (75-60), ma Cassino non muore mai e, con il gioco da tre di un eroico Kekovic, ritorna a -12 (75-63). Giacomo Eliantonio corregge un tiro da tre errato di Vitale (77-63) e partecipa attivamente al due contro uno in contropiede che porta al +16 firmato da Alessandro Marra (79-63). Uno su due ai liberi per Kekovic (79-64), Kevin Brigato per il -13 (79-66) e Michael Teghini fa 0/2, spegnendo definitivamente le speranze cassinati di rimonta. Vitale per il +15, Kekovic realizza la tripla del -12, coach Benedetto regala istanti di gara anche a Gabriele Signorino e Boris Vukobrat e i titoli di coda scorrono verso il definitivo 81-69 con cui si conclude la contesa.

Terza vittoria in altrettanti incontri disputati per l'IVPC che vola a punteggio pieno grazie al trio Valentini-Vitale-Caridà. Nulla da fare per Cassino che, nonostante la prestazione super di Lazar Kekovic (top scorer del match con 22 punti) termina la propria striscia positiva di risultati e incassa la prima sconfitta stagionale.

IVPC Del.Fes Avellino-BPC Virtus Cassino 81-69: il tabellino

IVPC DEL.FES AVELLINO-BPC VIRTUS CASSINO 81-69
(23-18, 23-15, 17-15, 16-19)
IVPC DEL.FES AVELLINO: Venga 4, Caridà 15, Bianco, Petrucci 11, Valentini 16, Arienti 0, Carenza ne, Eliantonio 8, Marra 12, Vitale 15, Signorino 0, Vukobrat 0. Coach: Benedetto.
BPC VIRTUS CASSINO: Brigato 8, Gambelli 0, Gay 17, Paunovic 9, Kekovic 22, Frizzarin 0, Pacitto ne, De Leone 4, Teghini 4, Milosevic 5, Truglio 0, Arrighini 0. Coach: Russo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è due senza tre, l'IVPC Del.Fes Avellino batte anche la BPC Virtus Cassino: 81-69

AvellinoToday è in caricamento