rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Basket

La Del.Fes Avellino non spezza il digiuno casalingo, a far festa è la Virtus Kleb Ragusa: 73-78

Quattordicesima sconfitta stagionale per gli uomini di coach Benedetto, a cui non bastano le ottime performance di Carenza e Hassan

Una Del.Fes Avellino priva di Alessandro Marra e Stefano Spizzichini lotta fino alla fine, ma non riesce nell'intento di spezzare il digiuno casalingo. Nel match valevole per la ventesima giornata del campionato di basket di Serie B, girone D, il roster irpino viene sconfitto dalla Virtus Kleb Ragusa con il punteggio di 73-78.

Del.Fes Avellino-Virtus Kleb Ragusa 73-78: il commento della gara

I primi due punti della gara sono di marca biancoverde e recano la firma di Norman Hassan. Ben presto, però, il roster siciliano mostra le sue serie intenzioni, piazzando due rilevanti break prima con Paolo Rotondo, poi con Andrea Picarelli, e chiudendo il primo quarto in vantaggio di otto lunghezze (14-22).

La Del.Fes rialza la testa e, con un Giovanni Carenza sugli scudi, imprime il suo marchio sul primo contro-parziale di 7-0, stroncato dalla tripla di Giovanni Ianelli del 21-25. Un successivo break di 7-0, a opera di Tarik Hajrovic e dello stesso Carenza, porta Avellino per la prima volta in vantaggio nel corso della gara (29-28), costringendo coach Bocchino al timeout.

La strigliata dalla panchina serve ai siculi per rialzare la testa, con la solita coppia Rotondo-Picarelli a creare numerosi grattacapi alla compagine irpina e a propiziare un nuovo allungo di Ragusa nel finale di secondo quarto (36-43).

Al ritorno sul parquet, la Virtus Kleb avvia le prove di fuga. Subito tripla da distanza siderale di Andrea Sorrentino, rispondono Giovanni Carenza e Daniele D’Andrea con un mini-break di 4-0 (40-46). Nuovo break di 5-0 della Del.Fes, firmato Carenza e Hassan, per il 45-47 al 24’, ma due bombe consecutive di Picarelli e Sorrentino riportano Ragusa sul +8 (45-53).

Il timeout ordito da coach Benedetto non sortisce gli effetti sperati e Sorrentino, con le sue prodezze dalla distanza in formato NBA, manda letteralmente in crisi la Del.Fes, che subisce peraltro il gioco da tre di Mattia Da Campo, per il +14 Ragusa al 29’ (50-64). Il nuovo timeout risveglia finalmente Avellino che, con un 7-0 di parziale (4 punti di Matteo Caridà, conditi dalla tripla di Nicolò Basile), si riporta a -7 alla fine del terzo quarto (57-64).

L’ultimo quarto inizia con lo stesso leitmotiv: bomba di Andrea Picarelli, poi quattro punti consecutivi di Matteo Caridà. A un certo punto, la trama della gara si inceppa e i due roster non segnano più, fino a quando Mattia Da Campo, con un timido 1 su 2 ai liberi, non spezza l’inerzia (61-68).

Roberto Chessari e Paolo Rotondo per provare definitivamente a fuggire (62-72), ma Avellino è viva e lo dimostrano i canestri di Caridà e Hassan (66-72). Picarelli non concretizza al massimo l’opportunità dalla lunetta e, così, Norman Hassan ridà una speranza al roster irpino, siglando prima la tripla del -4 e poi i due liberi del -2 (71-73). Chessari riporta Ragusa sul +4, ma Allen Agbogan riapre i giochi a 47’’ dal termine (73-75).

Gli ultimi secondi di gara sono concitatissimi: una decisione arbitrale controversa porta Da Campo in lunetta, per un 1/2 ai liberi (75-78). Sull’azione successiva, Matteo Caridà ha la palla del potenziale pareggio, ma il ferro la sputa via dopo un paio di carambole. A rimbalzo giunge Paolo Rotondo che subisce fallo e comprende l’importanza del momento, chiudendo la pratica ai liberi (73-78).

Si materializza, così, la quattordicesima sconfitta stagionale (la terza consecutiva) per il roster guidato da coach Giovanni Benedetto che, nonostante l’ennesima prova di carattere, non riesce a sfatare il tabù interno, ormai in voga da ben tre match. Non bastano, ai biancoverdi, i 17 punti di Giovanni Carenza e 16 di Norman Hassan. A far festa, al PalaDelMauro, è la Virtus Kleb, grazie a una performance a dir poco superlativa di Paolo Rotondo (24).

 Domenica prossima, alle ore 18, gli irpini saranno attesi al difficilissimo match contro la Virtus Arechi Salerno.

Del.Fes Avellino-Virtus Kleb Ragusa 73-78: il tabellino

DEL.FES AVELLINO-VIRTUS KLEB RAGUSA 73-78
(14-22, 22-21, 21-21, 16-14)
DEL.FES AVELLINO: Basile 11, Carenza 17, Venga 0, Caridà 10, Cepic 0, Hajrovic 10, D’Andrea 3, Agbogan 6, Favato 0, Hassan 16. Coach: Benedetto.
VIRTUS KLEB RAGUSA: Chessari 6, Rotondo 24, Da Campo 9, Ugochukwu 0, Festinese 0, Sorrentino 13, Salafia 0, Canzonieri 0, Stefanini 2, Picarelli 18, Ianelli 6. Coach: Bocchino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Del.Fes Avellino non spezza il digiuno casalingo, a far festa è la Virtus Kleb Ragusa: 73-78

AvellinoToday è in caricamento