rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Basket

Del.Fes Avellino-Juvecaserta 68-57, Benedetto: "Risultato raggiunto con cattiveria e voglia nella seconda metà di gara"

Le parole del coach biancoverde al termine del match di oggi valevole per i trentaduesimi di finale della Supercoppa di Serie B: "Determinante anche l'apporto del pubblico per portare a casa la vittoria"

Ecco le dichiarazioni di coach Giovanni Benedetto al termine del match Del.Fes Avellino-Juvecaserta (68-57): "È stata una partita che ci ha visto al di sotto delle nostre possibilità nei primi due quarti e soprattutto nelle nostre intenzioni, perché non riuscivamo a essere quella squadra che vuole aggredire e difendere in ogni partita. Il dato eloquente sono i 19 punti subiti sia nel primo che nel secondo quarto, contro i 19 punti subiti tra terzo e ultimo quarto. È evidente che la partita sia cambiata nella seconda metà della gara: a partire da quel momento, da parte di tutti ho avuto una presenza diversa. Non si può difendere da soli: se un giocatore è aggressivo, se non si difende di squadra segna lo stesso. Cattiveria agonistica e voglia nel secondo tempo ci hanno permesso di raggiungere questo risultato".

"Caridà non perde il vizio, ma deve seguire le mie regole. Eliantonio e Valentini? Li voglio più concreti, ma sono contento di quel che mi hanno dato"

Parole di elogio per Matteo Caridà: "Non perde il suo vizio: la capacità di fare canestro è la sua qualità migliore. Non può, però, dimenticarsi della fase difensiva e di cose che non ha fatto oggi. Da lui, certi errori non me li aspetto. Deve seguire le mie regole difensive". 

Sull'impatto dei lunghi, Giacomo Eliantonio e Andrea Valentini: "Devono essere più concreti, ma il sistema di gioco non è semplice da assimilare. È normale che, anche da loro, voglio maggior concretezza, aggressività e profondità. È una cosa che miglioreremo con il tempo, ma sono contento di quello che mi hanno dato. Stiamo parlando di venti giorni di allenamento in cui abbiamo fatto soltanto sei allenamenti tecnici, puntando su un ritorno all'attività agonistica e tecnica. Eravamo un po' in ritardo, ma non per cattiva scelta. Dobbiamo arrivare pronti al 2 ottobre, lì non possiamo fare passi falsi".

Infine, sul pubblico: "Oggi, indubbiamente, era importante partire bene oggi davanti ai nostri tifosi. In un momento importante della partita, il loro apporto è stato fondamentale per portare a casa la vittoria. La prima in casa non bisogna mai sbagliarla, ma ripeto, in questa competizione conta quel che conta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Del.Fes Avellino-Juvecaserta 68-57, Benedetto: "Risultato raggiunto con cattiveria e voglia nella seconda metà di gara"

AvellinoToday è in caricamento