rotate-mobile
Sport

Il Bari resta tabù: al San Nicola i pugliesi battono 2-1 l'Avellino

Vittoria in rimonta per i padroni di casa

L’Avellino non riesce a sfatare il tabù San Nicola. Contro il Bari, la squadra di Novellino subisce la terza sconfitta stagionale, che interrome così la striscia positiva di tre risultati utili di fila.

Nella prima frazione di gioco, la chance più clamorosa è capitata al Bari. Fortunatamente, il sinistro di Galano colpisce il palo prioprio in chiusura di tempo. I primi 45 minuti di gioco risultano noiosi e molto tattici. I padroni di casa protestano per un calcio di rigore non concesso per un tocco in area con il braccio di Migliorini. Il match si decide nel secondo tempo: Kresic illude gli irpini, che vengono rimontati dai gol di Improta e Galano, quest’ultimo con un rigore che farà molto discutere.

Bari-Avellino 2-1, il tabellino.

Marcatori: 20′ st Kresic, 22′ st Improta, 27′ st rig. Galano.

Bari (3-4-3): Micai; Fiamozzi, Marrone, Cassani; Tello, Busellato, Petriccione, Morleo; Galano (37′ st Nenè), Cissè, Improta (44′ st Brienza).

A disp.: Conti, De Lucia, Kozak, Anderson, Salzano, Iocolano, Floro Flores, Scalera, Lella, Pesce. All.: Grosso.

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato; Laverone (7′ st Bidaoui), D’Angelo, Di Tacchio, Molina (32′ st Camarà); Asencio (15′ st Castaldo); Ardemagni.

A disp.: Radu, Iuliano, Pecorini, Marchizza, Moretti, Falasco, Lasik, Paghera, Suagher. All.: Novellino.

Arbitro: Aureliano di Bologna. Assistenti: Cecconi di Empoli e Luciano di Lamezia Terme. Quarto uomo: Fourneau di Roma 1.

Note: ammoniti 9′ pt Cassani, 16′ st D’Angelo, 24′ st Ngawa per gioco scorretto; angoli 6-3; recuperi 2′ pt e 6′ st; spettatori 15.994 dei quali 7.413 paganti (incasso non comunicato).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Bari resta tabù: al San Nicola i pugliesi battono 2-1 l'Avellino

AvellinoToday è in caricamento