Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Bagno di folla per Malagò: "Calcio e basket due belle realtà, essere grati ai presidenti"

Giovanni Malagò, presidente nazionale del Coni è giunto ad Avellino su invito di Cosimo Sibilia, presidente regionale. Tra i due c'è un feeling invidiabile: un rapporto cresciuto a sport&istituzione che in un batter d'occhio si è trasformato in una stretta amicizia

Ha mantenuto l'impegno. Giovanni Malagò, presidente nazionale del Coni è giunto ad Avellino su invito di Cosimo Sibilia, presidente regionale. Tra i due c'è un feeling invidiabile: un rapporto cresciuto a sport&istituzione che in un batter d'occhio si è trasformato in una stretta amicizia. Il bagno di folla all'Imbriani di Avellino è un bel colpo d'occhio.

Tanti i giovani presenti, sportivi e non. Al richiamo di Malagò risponde anche Cardamone, pugile che ha fatto sognare una intera provincia. Il tema da affrontare è di stretta attualità: la candidatura alle Olimpiadi 2024 dell'Italia: "Bisogna prima prenderle le olimpiadi del 2024. Oggi dobbiamo essere uniti e compatti per promuoverle, poi saremo uniti e compatti per organizzarle" annuncia Malagò.

Si sogna in grande ma Malagò non si sottrae ad argomenti più stringenti ed attuali rispondendo anche alle domande non solo dei giornalisti ma anche degli studenti. "Per i 100 milioni di finanziamento del governo destinati a realizzare, rigenerare o completare impianti sportivi, sono pervenute al Coni 1.672 domande, il 45% delle quali dalle 8 regioni del sud. Il 50% delle domande riguarda interventi al di sotto dei 500mila euro e il 57% impianti polivalenti, mentre il 75% delle domande fa riferimento a impianti da rigenerare o completare e il 25% riguarda strutture non realizzate. Tutto questo - ha precisato Malagò - è sintomo di un patrimonio esistente che bisogna sistemare o migliorare. La mia idea è che è assolutamente giusto che, laddove abbia senso farlo, si sistemino situazioni già presenti prima di costruirne di nuove. Se siamo indietro ci sono delle concause: cattivi gestori,  tecnici, amministratori e progettisti. Dobbiamo avere la forza di cambiare rotta e sfruttare a meglio i fondi prima citati".

I giovani gli chiedono strutture nei comuni, poichè hanno difficoltà a praticare sport solo nel capoluogo. La strada per fare meglio è stata imboccata: "con la scuola c'è uno stretto rapporto. Come Coni facciamo investimenti importanti". Sullo stato di salute dello sport in Campania, Malagò si ritiene soddisfatto: "si sta svolgendo un ottimo lavoro" e sull'Irpinia, il massimo esponente del Coni ha parole di elogio per calcio e basket: "Due eccellenze sotto gli occhi di tutti, i presidenti delle rispettive società sopportano enormi sacrifici economici, bisogna essere loro grati e riconoscenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di folla per Malagò: "Calcio e basket due belle realtà, essere grati ai presidenti"

AvellinoToday è in caricamento