rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
social

Gli studenti del Convitto "P. Colletta" a lezione di sostenibilità ambientale ed ecologia integrale

Il monito del comandante provinciale dei Carabinieri di Avellino, colonnello Luigi Bramati, agli alunni: "Rifiutate l'illegalità e la prepotenza di chi danneggia l'ambiente per i propri affari"

“Ambiente e Sostenibilità. Ecologia integrale e infiltrazioni mafiose nelle istituzioni”. Questo il tema dell'incontro tra studenti delle classi quinte del Liceo Classico e del Liceo Classico Europeo "P.Colletta" di Avellino e istituzioni, che si è tenuto questa mattina presso l'istituto scolastico di Corso Vittorio Emanuele. 

Gli studenti del Convitto "P. Colletta" a lezione di sostenibilità ambientale ed ecologia integrale

La preside Brigliadoro: "Dobbiamo ridisegnare nuovi comportamenti attraverso l'educazione e la formazione"

"Sono onorata e felice che queste autorità così preziose per la città abbiano scelto la nostra scuola e siano qui a parlare con i nostri ragazzi - esordisce la dirigente scolastica del convitto avellinese, Maria Teresa Brigliadoro - questa è una giornata di alta formazione che aggiunge valore al percorso formativo degli alunni. Ci troviamo a vivere in una profonda crisi culturale per cui abbiamo il dovere di ridisegnare nuovi comportamenti attraverso l'educazione e la formazione. Tutto deve partire dagli adulti, che devono essere un esempio perché i ragazzi intraprendano nuove strade. Bisogna recuperare l'equilibrio a livello valoriale e spirituale". "Dovremmo avere molta cura del creato partendo dalle piccole azioni quotidiane fino a creare un nuovo modo di vivere - afferma la preside affrontando il tema dell'incontro - dobbiamo promuovere la giustizia e la legalità partendo dal valore umano della spiritualità".

Il colonnello Bramati agli studenti: "Rifiutate ogni forma di prepotenza"

"Fruire dell'ambiente è un diritto di ognuno di noi ma, al contempo, abbiamo il dovere di tutelarlo a beneficio delle future generazioni". Queste le parole del comandante provinciale dei Carabinieri di Avellino, il colonnello Luigi Bramati, agli studenti presenti. "Spesso, tuttavia, l'ambiente è messo in pericolo proprio da comportamenti umani che mancano di rispetto al prossimo. Il luogo dove viviamo o dove andiamo va preservato; le nostre generazioni non vi sono riuscite e questo vi dà diritto ad essere scontenti. Voi potete cambiare la situazione dai banchi di scuola e partendo dal rifiuto della prepotenza".

Sui reati ambientali e sulla criminalità organizzata, il colonnello afferma: "Questo tipo di organizzazioni detestano il bello, sono interessate a trarre profitto dallo sfruttamento dell'ambiente naturale. Ebbene, il rifiuto dell'approccio criminale è fondamentale per difendere il pianeta". Infine, l'appello ai ragazzi: "Togliete la terra da sotto i piedi a chi vuole approfittarsene per fare affari. Date luce alla vostra ferma convinzione di rifiutare ogni forma di prepotenza, che è ciò che caratterizza la legalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Convitto "P. Colletta" a lezione di sostenibilità ambientale ed ecologia integrale

AvellinoToday è in caricamento