rotate-mobile
social Sant'Angelo dei Lombardi

Torna La Sagra delle Sagre: enogastronomia, artigianato e folklore a Sant'Angelo dei Lombardi

Una grande rassegna, giunta alla sua XXI edizione, alla quale ogni anno partecipano circa 50mila persone. Un'occasione di festa ma anche uno strumento prezioso di attrazione turistica e di visibilità per le aree interne

Crescono l'attesa e l'entusiasmo per la XXI edizione de "La Sagra delle Sagre", che avrà luogo tra i vicoli del centro storico di Sant'Angelo dei Lombardi da venerdì 10 a domenica 12 novembre 2023. Tre giorni di degustazione di prodotti tipici locali, canti e balli della tradizione contadina, artisti di strada, animatori per bambini, band organizzati dalla Pro Loco Alta Irpinia in collaborazione con l'amministrazione comunale con l'obiettivo di valorizzare e promuovere l’enogastronomia, l’artigianato artistico e rurale, la cultura materiale ed immateriale, le tradizioni dell’Alta Irpinia e complessivamente della dorsale appenninica. Una grande rassegna, che si ripete da 21 anni, diventata nel tempo uno dei più importanti eventi turistici della stagione autunnale dell’entroterra irpino e dell’Alta Irpinia.

Lucido: "Un grazie ai volontari che impiegano tempo ed energie per l'organizzazione di eventi di promozione del territorio irpino"

"La Sagra delle Sagre rappresenta una grande vetrina che va avanti grazie al coinvolgimento del volontariato - ha spiegato Antonio Lucido, presidente della Pro Loco Alta Irpinia e presidente regionale dell’Unpli Campania in occasione della presentazione dell'edizione 2023 - sono tante le persone che si mettono al servizio del territorio impiegando tempo, passione, energia e professionalità per organizzare iniziative che promuovono le aree interne".

"Siamo al fianco dei volontari per supportarli nell'organizzazione e nella comunicazione e affinché siano sempre di più le persone che dedicano il loro tempo alla promozione e alla conoscenza dei nostri territori" ha affermato Maria Cristina Aceto, direttrice C.S.V. net Irpinia Sannio. "La forza dei volontari e il loro impegno continuo possono determinare economia sociale e favorire nuovi flussi turistici, l'arrivo di persone che apprezzano la nostra qualità della vita perché è dettata dai ritmi della natura e dal contatto diretto con luoghi lontani dal caos e dall'industrializzazione".

"La manifestazione è possibile grazie al lavoro costante dei volontari della Pro Loco e per Sant'Angelo dei Lombardi rappresenta un elemento utile a creare turismo in quanto attrae ogni anno circa 50mila persone - ha spiegato Ramona Del Priore, progettista - le strutture ricettive sono già esaurite dal mese di settembre. Le ricadute economiche sono dunque importanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna La Sagra delle Sagre: enogastronomia, artigianato e folklore a Sant'Angelo dei Lombardi

AvellinoToday è in caricamento