Lunedì, 17 Maggio 2021
Salute

Vaccino Covid-19, boom di adesioni in Campania

Adesioni di medici e infermieri al 75%. Il Governo: "Presto dosi per tutti"

Si avvicina il giorno della somministrazione del vaccino Pfizer contro il Coronavirus. La data potrebbe scattare già dopo Natale per una prima vaccinazione simbolica.

In pochi giorni, sulla piattaforma regionale che connette aziende sanitarie e ospedaliere della Campania, si è già arrivati al 75 per cento delle adesioni. Sono medici, infermieri, operatori socio-sanitari e lavoratori del comparto sanità, che hanno manifestato la volontà di sottoporsi alla primissima somministrazione. Chi non lo ha fatto potrà aderire fino al giorno prima dell'inizio della campagna vaccinale. 

La polemica

Intanto non si placa la polemica sulla ripartizione nazionale dei vaccini Pfizer. Alla Campania ne sono andate 135.890, ma la richiesta – formulata sulla base del numero di operatori sanitari e popolazione anziana da immunizzare – era stata molto più ampia. Diversamente ad esempio è andata per l'Emilia Romagna (183.138) o per il Piemonte (170.995), regioni decisamente meno popolose, con un Vincenzo De Luca che ha sollevato anche l'ipotesi questa situazione possa generare un mercato nero dei vaccini. Il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ha provato a gettare comunque acqua sul fuoco, sottolineando che "nella seconda fase della campagna di vaccinazione anti-Covid ci sarà una ripartizione delle dosi del vaccino anche in base alla popolazione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino Covid-19, boom di adesioni in Campania

AvellinoToday è in caricamento