Salute

Covid, libero dopo 21 giorni l'asintomatico che non si negativizza: le nuove misure del Governo

Scende a 10 giorni la quarantena, non servirà il doppio tampone

Il Comitato tecnico scientifico in una riunione urgente convocata dal ministro della Salute Roberto Speranza per confrontarsi con gli scienziati e gli esperti ha definito nuove regole per il Covid-19.

In particolare si è deciso di ridurre la quarantena da 14 a 10 giorni e per poter tornare alla socialità sarà necessario un solo tampone negativo e non due come previsto finora. Sarà una circolare del direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute Giovanni Rezza a chiarire le modalità.

Le situazioni previste 

Il Cts ha individuato 4 diverse tipologie di situazioni: i positivi asintomatici, i positivi sintomatici, i positivi asintomatici che non riescono a negativizzarsi e i contatti stretti.

Asintomatici

Dovranno osservare 10 giorni di quarantena, dalla diagnosi di positività, e poi sottoporsi ad un tampone molecolare;i

Sintomatici

I sntomatici dovranno fare 10 giorni di isolamento, ma prima di sottoporsi all'unico tampone molecolare previsto dovranno aver passato almeno 3 giorni senza sintomi.

Contatti stretti 

Per i contatti stretti, dopo 10 giorni di quarantena, sarà invece possibile effettuare il test rapido dai medici di base.

Positivi che non riescono a negativizzarsi 

Gli asintomatici che non riescono a negativizzarsi, dopo 21 giorni avranno comunque concluso la quarantena e saranno "liberi".Anche in caso di positività sarà comunque "libero": studi internazionali affermano infatti che dopo venti giorni la carica virale è talmente bassa che il soggetto non è più in grado di infettare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, libero dopo 21 giorni l'asintomatico che non si negativizza: le nuove misure del Governo

AvellinoToday è in caricamento