rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Salute

PNRR in sanità: "Uno strumento fondamentale per ridurre il peso sugli ospedali"

Questa mattina, presso il Circolo della Stampa di Avellino, si è svolto il corso di formazione PNRR in sanità. L'evento ha visto la partecipazione di esperti del settore sanitario, puntando i riflettori in particolare sulle prospettive sanitarie per le aree interne di Avellino e Benevento

Formare bene per informare meglio. Ha avuto luogo questa mattina, presso il Circolo della Stampa di Avellino, il corso di formazione Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza in sanità - Una corretta informazione per lo sviluppo delle aree interne, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti della Campania. L’obiettivo odierno era fornire ai giornalisti adeguate conoscenze sul tema e offrire loro tutti gli strumenti necessari per divulgare una corretta informazione anche su argomenti particolarmente tecnici e settoriali. 

L'evento ha visto la partecipazione del presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e del consigliere dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Alessandra Malanga. Le domande ai protagonisti, invece, sono state poste dal giornalista Vincenzo Di Micco. 

Al Circolo della Stampa il corso di formazione per giornalisti sul PNRR in sanità

Bisogna puntare moltissimo sui distretti sanitari 

Il corso ha visto la partecipazione di esperti del settore sanitario, puntando i riflettori in particolare sulle prospettive sanitarie per le aree interne di Avellino e Benevento.

Domenico Gambacorta, Consigliere per la Strategia Nazionale Aree Interne del Ministro per il Sud, ha posto l'accento sull’avviso che stanzia 500 milioni di euro da destinare alle infrastrutture e ai servizi di Comunità: “Nel PNRR ci sono anche tanti fondi per i piani di ricerca e per le borse di studio. Ci vuole tempo affinché un medico si specializzi ma, rispetto al passato, la situazione è sicuramente migliorata. Così come sono sicuramente aumentati gli investimenti sulle strutture e sugli ospedali. Si punta moltissimo sulla sanità di distretto, la sanità territoriale, uno strumento fondamentale per ridurre il peso sugli ospedali. Adesso abbiamo un bando da 500mln di euro che riguarda essenzialmente la disabilità e i finanziamenti per gli infermieri e le ostetriche. In provincia di Avellino possono partecipare i comuni delle aree interne. Io spero che ci sia una grandissima partecipazione”.

Una importante occasione per le Aree Interne

“Il Recovery plan è un importante strumento di crescita, anche per ridurre le diseguaglianze tra Nord e Sud – afferma Enrico Coscioni, Presidente Agenzia Nazionale dei Servizi Sanitari Regionali – per quanto riguarda la riforma dell’assistenza territoriale, potrebbe dare un arricchimento importante per le aree interne. Possiamo creare un’offerta di prossimità per i cittadini. Per quanto riguarda il personale, la Campania ha introdotto anche i medici all’interno delle strutture di comunità ma, al momento dell’introduzione, è caduto il confronto. La riforma è sicuramente valida e noi seguiremo passo – passo il percorso ma, certamente, ci sono alcuni punti che vanno sciolti. Sicuramente non possiamo dimenticarci della Sanità. Abbiamo detto a più riprese che la salute è una priorità e improvvisamente vengono di nuovo a mancare i soldi”.

“Io vedo soprattutto un’occasione per le Aree Interne – dichiara Maria Concetta Conte, Direttore Sanitario Asl di Benevento – il PNRR ma anche il decreto ministeriale che fissa nuovi parametri per l’assistenza territoriale. Finalmente si parla della presa in carico delle persone. Occorre un’organizzazione della gestione dei distretti. Le persone devono essere accolte da tutti gli attori del territorio”.

"Conoscere le questioni per raccontarle nel miglior modo possibile”

Ottavio Lucarelli, Presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania, ha sottolineato l'importanza della formazione sul tema della Sanità. Un argomento che, a causa dell'emergenza pandemica, è diventato più che mai imprescindibile per una corretta informazione: “Oggi affrontiamo un tema importante, dobbiamo recuperare ritardi importanti e il PNRR è un’occasione per la Sanità. Sono veramente contento che, grazie alla Consigliera dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Alessandra Malanga, sia stato organizzato questo corso e che siano presenti tanti colleghi. Dobbiamo conoscere le questioni per poterle raccontare nel miglior modo possibile”.

La chiusura, invece, è stata affidata a Giovanni Pietro Ianniello - Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri Avellino - che, neanche a dirlo, ha ribadito con forza l'importanza di tenere ancora alta la soglia di attenzione. L'epidemia da Covid-19 non è affatto finita: “Avevo già annunciato che, dopo Pasqua e Pasquetta, avremmo avuto un’impennata dei casi Covid; purtroppo le previsioni erano molto facili. Già prima le norme erano poco rispettate. Con questo evidente 'liberi tutti' abbiamo dato l’impressione che l’epidemia fosse finita. Io non posso che consigliare di mantenere il distanziamento e continuare a tenere la mascherina. Queste sono le nostre armi per combattere il virus”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PNRR in sanità: "Uno strumento fondamentale per ridurre il peso sugli ospedali"

AvellinoToday è in caricamento