A Calabritto parte la campagna vaccinale: le modalità organizzative

Dal 23 al 25 ottobre al via i vaccini antinfluenzali gratuiti

Lo studio di medicina generale di Calabritto, con l’Amministrazione Comunale, la Pubblica Assistenza Aurora, hanno organizzato la campagna vaccinale 2020 con criteri innovativi.

In considerazione dell’epidemia da SARS-COV2 in corso, la suddetta vaccinazione verrà effettuata nei giorni VENERDI' 23 , SABATO 24 e, per i pazienti di Quaglietta, DOMENICA 25 OTTOBRE 2020.

Quest’anno è particolarmente opportuno effettuare la vaccinazione antinfluenzale per evitare che la comparsa di sintomi influenzali possa essere interpretata come infezione da COVID19, con tutte le gravi conseguenze del caso. 

La vaccinazione antinfluenzale viene offerta gratuitamente alle seguenti categorie:

• soggetti di età uguale o superiore a 60 anni;

• soggetti dai 6 mesi ai 65 anni di età, affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza, come:

-malattie croniche dell'apparato respiratorio (asma grave, broncopatia cronico ostruttiva-BPCO); 

- malattie dell’apparato cardio-circolatorio, ( cardiopatie congenite e acquisite); 

- diabete mellito; 

- insufficienza renale cronica avanzata; 

- tumori; 

- malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; 

- malattie infiammatorie croniche intestinali; -epatopatie croniche.

Se rientri in queste categorie sei invitato a presentarti NEL GIORNO E NELLA FASCIA ORARIA ASSEGNATI AL TUO NOMINATIVO per effettuare la vaccinazione antinfluenzale presso la Guardia Medica sita a Calabritto in Via Alta Sede e, per i pazienti di Quaglietta, C/O ex locali Asilo in Via Senerchia. 

In particolare:

dalle ore 9,30-12,30 di Venerdì 23 dalla lettera A alla lettera E; 

dalle ore 15,30-18,30 di Venerdì 23 dalla lettera F alla lettera L;

dalle ore 9,30-12,30 di Sabato 24 dalla lettera M alla lettera Q;

dalle ore 15,30-18,30 di Sabato 24 dalla lettera R alla lettera Z;

Domenica 25 a Quaglietta accesso libero.

Sarà necessario portare con te una penna (per la firma del consenso informato) , la mascherina chirurgica, indossando un abbigliamento comodo che permetta un facile accesso alla spalla, dove verrà praticata la vaccinazione.

NON DOVRAI VENIRE in caso di febbre (anche pochi decimi) e/o sintomi respiratori; se hai avuto reazioni avverse al vaccino antinfluenzale negli anni precedenti; se hai avuto diarrea, vomito o congiuntivite nelle 3 settimane precedenti; se sei in quarantena o isolamento a causa del coronavirus nSARS-CoV-2.

Prima dell’accesso alla struttura, sarà effettuato il rilievo della temperatura corporea, sarai invitato a disinfettare le mani, e sarà verificato il corretto uso della mascherina chirurgica; quindi dovrai firmare il consenso informato per l’effettuazione della vaccinazione.

Dopo aver effettuato la vaccinazione, attenderai nei pressi del punto vaccinale 15 minuti (se non ha mai avuto problemi di reazione avversa alla vaccinazione), 30 minuti (in caso di precedente reazione a farmaci o allergia o se è la prima volta che pratichi il vaccino).

A particolari categorie di pazienti, se disponibile, sarà offerta nella stessa occasione anche la vaccinazione antipneumococcica (che protegge dalla polmonite batterica). 

Ai pazienti che presentino impedimenti fisici rilevanti, la vaccinazione sarà effettuata a domicilio, previo accordo con lo studio medico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrero assume operai e impiegati anche in Irpinia: come candidarsi

  • Zona arancione, rossa e gialla: le Regioni che cambieranno colore prima di Natale

  • La Campania cambia colore: la decisione di Speranza e la contromossa di De Luca

  • Zona rossa, scade l'ordinanza: la Campania confida nel cambio colore

  • Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento