Venerdì, 30 Luglio 2021
AvellinoToday

Il Circolo della Stampa riapre al pubblico, Lucarelli (Odg Campania): "L'informazione è stata in prima linea"

L'evento Ugl inaugura ufficialmente la riapertura del Circolo della Stampa, chiuso dallo scorso anno a seguito dell'emergenza Covid

Questa mattina, il Circolo della Stampa di Avellino ha riaperto le proprie porte al pubblico, dopo oltre un anno di chiusura con la cerimonia organizzata dall'Ugl per premiare Ottavio Lucarelli, Presidente Odg Campania, ed il Comandante Provinciale della Gdf, Col. Ottaiano.

L'evento Ugl inaugura ufficialmente la riapertura del Circolo della Stampa, chiuso dallo scorso anno a seguito dell'emergenza Covid. All'interno della sede è stata allestita anche una mostra fotografica dedicata al terremoto dell'Irpinia firmata dal giornalista de Il Mattino Antonello Plati. Sono stati inoltre premiati i giornalisti Ottavio Giordano e Ivana Picariello per la loro professionalità. Ed è proprio il collega di Telenostra, Ottavio Giordano, a cogliere l'occasione per rivolgere un pensiero a Massimo D’Argenio fotografo portato via dal Covid: “Massimo sarai sempre uno di noi”.

"L'informazione è stata in prima linea"

"E' un'iniziativa molto importante. Ringrazio l'Ugl per questo riconoscimento che va a tutta l'informazione irpina e campana perché effettivamente il nostro è sempre un ruolo delicato ed importante. Lo è stato e lo è tuttora" afferma Ottavio Lucarelli, Presidente dell'Ordine dei Giornalisti Campania, che ha ricordato i giornalisti che hanno rischiato la vita durante la pandemia e coloro che, purtroppo, sono scomparsi a causa del covid-19: "Non dimentichiamoci dei colleghi che hanno lavorato in luoghi a rischio e dei colleghi che sono morti. Siamo vicini alle loro famiglie. Non dimentichiamoci di coloro che sono stati per diverse settimane in terapia intensiva. Subito dopo gli infermieri ed i medici, l'informazione è stata in prima linea. La stampa ha fatto chiarezza in tante situazioni in cui la confusione veniva creata a monte. Purtroppo, c'è una parte dell'opinione pubblica che ha l'abitudine di attaccare l'informazione ma, mai come in questo caso, siamo stati doppiamente importanti".

L'elogio di Vassiliadis ai giornalisti per il lavoro svolto durante il periodo della pandemia

Queste le parole di Costantino Vassiliadis, segretario provinciale dell'Ugl: "Sono tantissime le categorie di lavoratori che in questa fase emergenziale hanno combattuto a denti stretti per sradicare una crisi sanitaria e sociale così profonda pagando anche sulla propria pelle le conseguenze amare di tanti sacrifici. Il nostro sindacato sente la necessità di ringraziare in modo simbolico tutti. Ogni singolo lavoratore (sanità, commercio, turismo, forze di polizia solo per fare qualche esempio) ed anche i volontari scesi in trincea con coraggio e grande senso di responsabilità. Per questo motivo, da dicembre, abbiamo consegnato, alle Istituzioni e alle autorità locali, una targa di ringraziamento dedicata a tutte quelle persone che non si sono mai arrese ed hanno continuato a lavorare e a supportare la collettività. Tra queste figure ci sono anche i giornalisti che, in questo lungo anno, hanno continuato ad informare con serietà e professionalità la comunità su quanto stava accadendo nella nostra provincia, armati di coraggio, mascherina, distanze e taccuino".

"Tra i riconoscimenti consegnati lo scorso dicembre - conclude Vassiliadis - ci tengo a ricordare il dott. Angelo Frieri, direttore sanitario dei presidi ospedalieri dell'Asl di Sant'Angelo dei Lombardi e di Ariano Irpino scomparso prematuramente. Anche Frieri è stato uno dei simboli di questa battaglia, uno dei protagonisti più coraggiosi e professionali a cui va il nostro più profondo pensiero".

Alla cerimonia era presente anche Maria Rosaria Pugliese, Segretario Regionale Ugl Campania, che ha accolto con entusiasmo l'iniziativa organizzata dall'Ugl: "Ringrazio Costantino Vassiliadis per questa iniziativa perché ha immortalato un momento che è nel cuore di ognuno di noi. Mi permetto di dire che apprezzo il fatto di aver trovato qui, in contemporanea, una mostra di Cgil che rappresenta momenti del terremoto, per dimostrare come la coesione con spiriti e valori diversi rappresenta la via maestra per uscire dai problemi, non solo di Avellino e della Campania ma dell'intero paese".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Circolo della Stampa riapre al pubblico, Lucarelli (Odg Campania): "L'informazione è stata in prima linea"

AvellinoToday è in caricamento