Politica

Vaccini, Cirielli (FdI): “De Luca ci attacca? Chieda scusa per i suoi disastri”

La risposta del Questore della Camera e deputato campano di Fratelli d'Italia alle dichiarazioni proferite dal Governatore nel corso della videodiretta odierna

“De Luca invece di criticare Fratelli d’Italia dovrebbe chiedere scusa ai campani per i suoi disastri nella gestione dell’emergenza Covid-19. Non c’è niente da fare: quando è in difficoltà, il governatore della Campania deve per forza trovare un nemico da attaccare ed oggi tocca a noi”. Lo dichiara il Questore della Camera e deputato campano di FdI Edmondo Cirielli: “Sono sotto gli occhi di tutti, però, gli enormi ritardi sul tracciamento per i contagiati; per la somministrazione dei vaccini; l’assenza di adeguati servizi di assistenza domiciliare per anziani e disabili; per il monitoraggio e controllo delle Rsa e degli ospedali dove si sono contaggiati e sono morti centinaia di anziani; la permanente carenza di personale all’interno degli ospedali che continua a gravare sul lavoro di medici, paramedici e infermieri. Per non parlare - aggiunge Cirielli - delle restrizioni speciali da lui volute appositamente per la Campania, che limitano in piena estate la libertà dei cittadini solo per attirare su di se’ l’attenzione dei mass media nazionali. E come dimenticare le inchieste della Corte dei Conti e delle Procure, che paventano danni erariali per milioni e milioni di euro, sui rimborsi elargiti dalla Regione alle cliniche private durante la pandemia e sulla realizzazione dei Covid Hospital di Napoli, Salerno e Caserta. Insomma, De Luca farebbe meglio a tacere. Fratelli d’Italia – conclude Cirielli – continuerà a fare il suo dovere segnalando le tante storture di questa maggioranza minestrone che sostiene il Governo Draghi e che il governatore della Campania appoggia insieme al suo partito” conclude Cirielli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Cirielli (FdI): “De Luca ci attacca? Chieda scusa per i suoi disastri”

AvellinoToday è in caricamento