rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

Tpl in Campania, De Luca: "Partiti dalla Fossa delle Marianne, oggi siamo la prima Regione d'Italia"

Le parole del Presidente della Regione Campania: "Quando ci siamo insediati noi tutti i cantieri erano chiusi, saranno settanta entro i prossimi ventiquattro mesi"

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma di opere per l'ammodernamento del trasporto pubblico locale di Eav, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "In relazione alle competenze regionali, i grandi servizi di civiltà sono tre: trasporto pubblico locale e privato convenzionato, sanità e ambiente. In Campania, questi servizi rappresentavano le principali criticità e, oggi, stiamo cercando di affrontare di petto i grandi programmi di rinnovamento di tali servizi di civiltà. A ciò, aggiungiamo anche l'organizzazione della vita culturale della Campania, con investimenti assolutamente straordinari. Il comparto mobilità-trasporto è uno degli elementi di tenuta economica generale della nostra regione". 

"Interventi che richiedono anni e anni di lavoro, avendo la concentrazione ossessiva sugli obiettivi"

Per quanto riguarda gli investimenti in ambito trasportistico, ribadisce il Governatore: "Siamo la prima regione in Italia, tenendo conto del punto da cui partivamo, che non era zero, ma sottozero: Fossa delle Marianne. Il piano consiste nell'acquisto di 125 treni nuovi, oltre 1.000 autobus nuovi. Buona parte degli autobus sono già stati consegnati, per i treni quasi la metà tra nuovi e revampizzati. Abbiamo già avuto un miglioramento netto della qualità del servizio. A ciò, si aggiungono altri interventi su segnalamento, infrastrutture e binari. Interventi che richiedono anni e anni di lavoro, se abbiamo la concentrazione ossessiva sugli obiettivi. Altrimenti, parliamo di decenni".

Circa 40 i cantieri Eav aperti: "Quando ci siamo insediati noi, tutti questi cantieri erano chiusi. E farli ripartire dopo 8-10 anni è 100 volte più complicato che ripartire da zero. Solo per la revisione dei prezzi, solo per la verifica dei contenziosi è l'ira di Dio. Ce l'abbiamo fatta, l'unico che mancava all'appello era Baia: anche qui un contenzioso, ma siamo riusciti a concludere anche quest'operazione e partiremo a settembre. Complessivamente, avremo 70 cantieri aperti nei prossimi 24 mesi".

"Si sta facendo un lavoro immane, rispetto ai nostri concittadini, ai nostri utenti, alle imprese, ai nostri dipendenti e tecnici. Un mondo che abbiamo messo in movimento e uno degli interventi che segneranno la modernizzazione e, quindi, il futuro della Regione Campania" conclude De Luca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tpl in Campania, De Luca: "Partiti dalla Fossa delle Marianne, oggi siamo la prima Regione d'Italia"

AvellinoToday è in caricamento