menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terzo mandato per i sindaci, D'Agostino presenta proposta di legge

“Il limite di due mandati per i sindaci - spiega il parlamentare -, introdotto nel nostro ordinamento per la prima volta nel 1993, scaturì dalla esigenza di bilanciare i maggiori poteri riconosciuti al sindaco e al presidente di provincia rispetto al Consiglio comunale e al Consiglio provinciale"

Il deputato di Scelta Civica, Angelo D’Agostino, ha presentato una proposta di legge che consente ai sindaci dei comuni con popolazione fino a 5mila abitanti di essere eletti per tre mandati consecutivi. Tale possibilità è attualmente riconosciuta solo ai primi cittadini dei comuni con popolazione inferiore ai 3mila abitanti.

  

“Il limite di due mandati per i sindaci - spiega il parlamentare -, introdotto nel nostro ordinamento per la prima volta nel 1993, scaturì dalla esigenza di bilanciare i maggiori poteri riconosciuti al sindaco e al presidente di provincia rispetto al Consiglio comunale e al Consiglio provinciale. Il legislatore ritenne opportunamente di porre un limite alla permanenza in carica imponendo il limite di due mandati. Tuttavia, pur essendo una misura appropriata per i comuni di grandi dimensioni, nel tempo si è rivelata inadeguata per le piccole realtà dove è spesso difficile trovare persone che si facciano carico di un lavoro – quello di amministratore – particolarmente gravoso e denso di insidie. A dispetto di una popolazione contenuta - osserva D’Agostino - , i sindaci di piccoli comuni sono chiamati ad assumersi responsabilità che sono pari a quelli dei primi cittadini dei comuni con popolazione superiore.”

“Con la legge Del Rio, lo scorso anno è stata riconosciuta la inidoneità del limite dei due mandati per i comuni con popolazione inferiore ai 3mila abitanti. Ora si ravvisa l’esigenza di estendere tale possibilità ai sindaci di comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti che hanno le stesse caratteristiche, gli stessi problemi, le stesse difficoltà e le stesse carenze dei comuni con popolazione inferiore ai 3mila. Da qui la necessità di eliminare anche per i relativi sindaci il limite dei due mandati”, conclude D’Agostino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento