menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto Centro Italia, Rotondi difende ministro Del Rio

L'emergenza italiana infatti non riguarda solo le aree a rischio sismico ma anche le strutture a rischio degli edifici di scarsa qualità costruiti tra gli anni '40 e '60

L'on.Gianfranco Rotondi, nella sua qualità di presidente della fondazione "Fiorentino Sullo" ha inviato al ministro delle Infrastrutture, Graziano Del Rio, la seguente lettera:

"Caro Ministro, non mi sono associato alle critiche che ti sono state rivolte per il tuo intervento alla trasmissione di Vespa dedicata al terremoto. Ritengo infatti che esse siano state fraintese e strumentalizzate.
Ti rivolgo semmai un'altra critica, quella di non aver partecipato al workshop della nostra fondazione, nello scorso Giugno: ne avresti ricavato argomenti oggi per te preziosi. Oltre alla relazione del dott. Silvio Sarno e del prof. Aldo Loris Rossi, vi furono gli interventi dei presidenti della associazione costruttori, dei piccoli proprietari, dei notai, degli architetti, insomma di tutte le figure professionali coinvolte nel nostro progetto di rottamazione della edilizia di cattiva qualità.

L'emergenza italiana infatti non riguarda solo le aree a rischio sismico ma anche le strutture a rischio degli edifici di scarsa qualità costruiti tra gli anni '40 e '60.

Si tratta di riallineare il nostro sistema paese a gran parte degli altri in materia di anagrafe dei fabbricati, assicurazione degli stessi e rinnovamento periodico del patrimonio edilizio.

Tali temi assumono particolare ed estrema urgenza quando il cemento di cattiva qualità è stato utilizzato in zone a rischio sismico.

Paradossalmente tu e Vespa dicevate cose giuste senza alcuni argomenti che le avrebbero rese più comprensibili e meno strumentalizzabili.

Mi permetto di invitarti fin da ora alla sessione milanese del nostro workshop, programmata per ottobre.
Cordiali saluti Gianfranco Rotondi"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento