Senerchia, l’opposizione: ‘Calpestata ogni regola democratica’

Dal gruppo di opposizione ‘Senerchia è Tempo di Futuro’ riceviamo e pubblichiamo

“Purtroppo nel nostro piccolo Comune continua il tentativo becero, violento e inaccettabile, di svilire ed impoverire il ruolo del Consiglio Comunale come istituzione di rappresentanza della sovranità popolare”. Lo affermano Pietro Trimarco, Stefano Famiglietti e Claudio Mazzone (nella foto), consiglieri comunali del gruppo Senerchia è Tempo di Futuro.

“In questi mesi noi consiglieri siamo stati vessati in tutti i modi da una maggioranza, da una giunta e soprattutto da un Presidente del Consiglio Comunale che con modi antidemocratici provano in tutti modi a rendere il confronto democratico impossibile. In questi mesi, infatti, le risposte alle nostre interrogazioni non vengono fornite, il Sindaco continua ad impiantare fantasiose scuse che nulla hanno a che vedere con la razionalità e l’intelligenza che dovrebbe avere chi svolge tale ruolo.

Le nostre interpellanze che per regolamento dovrebbero essere discusse in Consiglio, vengono invece bloccate dal Presidente Faia che, convinto i godere dei superpoteri, sconfina nel ridicolo accampando scuse che possono essere dettate solo da una mancanza di cultura istituzionale. Infatti il Presidente Faia viola, in maniera continua e sistematica, il regolamento del Consiglio Comunale dimostrando tutta la sua impreparazione e tutta la sua frustrazione di non essere mai riuscito ad uscire dalla piccola politica fatta di beghe vendette e minacce tipica della sua storia personale. Dai tentativi malriusciti di levare la parola ai consiglieri di minoranza durante le sedute alla mancanza di imparzialità dichiarata in maniera palese anche durante le varie assise. L’incapacità, la parzialità e l’ignoranza di Faia hanno trasformato i Consigli Comunali senerchiesi in veri e propri teatrini, delibere sbagliate, ordini del giorno da riscrivere, documenti mancanti, verbali falsi, proposte di delibere che addirittura riportano nel corpo il testo degli interventi del Capogruppo di maggioranza Donato Gasparro che si limita alla lettura di un copione scritto da Faia, convocazioni errate, pubblicità inesistente e tutta una serie di magagne che rendono ogni seduta una comica fantozziana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

  • Irpinia senza pace: nuove fiamme sul Partenio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento