Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica

Rotondi risponde alle accuse di Gengaro: "Non ho bisogno di trippa"

Il candidato sindaco di Avellino accusa Rotondi e altri di vendere la città in cambio di un "piatto di trippa". Rotondi replica con ironia e parla di un ballottaggio sempre più divertente

"Anche oggi il candidato sindaco di Avellino mi riserva un'attenzione particolare e accusa me e altri due simpatici amici di "vendere la città di Avellino" alla sua concorrente Nargi, in cambio di un "piatto di trippa", afferma Gianfranco Rotondi. "Ora, non conosco da molto tempo la signora Nargi, e tantomeno sono informato delle sue qualità di chef. Può darsi che la possibile sindaco di Avellino sappia cucinare bene la trippa, e che Gengaro sia informato della circostanza, o addirittura abbia assaggiato la pietanza, e ne sia rimasto così suggestionato da ipotizzare che una porzione di quella trippa abbia potuto smuovere un trio di civici democristiani verso un patto al secondo turno. Almeno per quanto mi riguarda, non è di trippa che ho bisogno; abitando a Roma, mi viene servita sin troppo di frequente. Un'eventuale corruzione elettorale dovrebbe virare su pietanze meno usuali. Sarà mia cura ragguagliare Antonio sui miei menu preferiti, magari invitando a cena lui e la Nargi, chiunque dei due prevalga in questo ballottaggio che inizia a diventare davvero divertente", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotondi risponde alle accuse di Gengaro: "Non ho bisogno di trippa"
AvellinoToday è in caricamento