menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, Romano: "Il piano di De Luca porterà discariche da 2 milioni di tonnellate"

"Il piano approvato dalla Giunta De Luca prevede la realizzazione nella Regione Campania, nei prossimi anni, di nuove discariche per circa 2 milioni di tonnellate di rifiuti"

“Il piano approvato dalla Giunta De Luca prevede la realizzazione nella Regione Campania, nei prossimi anni, di nuove discariche per circa 2 milioni di tonnellate di rifiuti”. Cosi Giovanni Romano, già assessore regionale all’ambiente, sulla pagina facebook del Gruppo Caldoro.

“È una scelta politica molto grave per la nostra regione, perché realizzare nuove discariche sui territori significa mettere di nuovo le comunità locali in uno stato di tensione e, soprattutto, significa aggravare le condizioni ambientali. La cosa strana – sottolinea- è che il piano non indica dove dovranno essere realizzate le nuove discariche. Qualcuno parla di ampliamenti delle discariche esistenti. Allora, dovremmo preoccuparci per Savignano Irpino in provincia di Avellino, o per San Tammaro in provincia di Caserta, o per Sant’Arcangelo Trimonte che dovrebbe essere dissequestrata. Non è la strada”.

“Pensate – aggiunge nel video Romano - 2 milioni di tonnellate di rifiuti sono praticamente 4 discariche grandi come quella di Chiaiano, oppure 3 discariche grandi come quella di Cava Sari a Terzigno. Noi tutti sappiamo quanto ci è voluto per chiudere queste discariche che tanti problemi hanno causato alle nostre comunità e che tanto danno hanno fatto al nostro ambiente”.

“Noi riteniamo – ricorda  - che sotto questo punto di vista, così come ha già chiesto il Ministero dell’Ambiente, si debba fare chiarezza. Non vogliamo che il ciclo dei rifiuti entri in una nuova fase emergenziale per mancanza di impianti di smaltimento e, nello stesso tempo, riteniamo che le comunità territoriali soprattutto quelle delle province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno non debbano essere ulteriormente penalizzate sapendo perfettamente che la concentrazione urbana della provincia di Napoli non consente di poter realizzare altre discariche”.

“Noi diciamo no alle discariche. Si ad un ciclo dei rifiuti reale da costruire sui bisogni della nostra regione e che ci tiri finalmente fuori sia dall’emergenza ma anche dalla sanzione europea che viene pagata dai cittadini” conclude Romano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento