Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica Lauro

Rifiuti a Lauro, l'assessore Iovino incalza Irpiniambiente: "Non siamo cittadini di serie B, basta ritardi e servizi ridotti"

"Dopo quasi due anni di interlocuzione ininterrotta con IrpiniAmbiente in più fasi, ad oggi non si è riusciti a trovare una soluzione adeguata per migliorare il servizio e rimodulare il Piano Industriale alle esigenze della comunità di Lauro"

"Dopo quasi due anni di interlocuzione ininterrotta con IrpiniAmbiente in più fasi, ad oggi non si è riusciti a trovare una soluzione adeguata per migliorare il servizio e rimodulare il Piano Industriale alle esigenze della comunità di Lauro. Un costo che grava sui cittadini di Lauro con una tassa altissima e un servizio a singhiozzo". È così che l'assessore all'Ambiente del Comune di Lauro, Umberto Iovino, incalza la società che gestisce la raccolta dei rifiuti non solo nella cittadina del Vallo, ma anche nei comuni vicini di Quindici e Moschiano. "Vorrei fare un appello ai vertici di IrpiniAmbiente e a chi pensa di gestire solo per un vantaggio di pochi nella stessa società, dovrebbero invece concentrarsi su come migliorare il servizio per i cittadini. Basta polemiche sterili e strumentalizzazioni, solo ostacolando il passaggio all'Ato Rifiuti, voluto dalla Regione Campania e dall'Ato. Anche perché chi sta ostacolando politicamente questa battaglia, contro i cittadini irpini, mettendo da parte le loro istanze a vantaggio di pochi, nei propri comuni non ha servizi di raccolta e spazzamento gestiti da IrpiniAmbiente". Per l'esponente dell'amministrazione guidata da Rossano Sergio Boglione, si tratta di un vero paradosso. "Vorrei che gli stessi dovessero gestire solo una settimana di ciclo integrato dei rifiuti per comprendere le difficoltà nell'organizzazione quotidiana del servizio". Iovino lamenta anche la scarsa capacità di dialogo da parte della società dei rifiuti: "In più riprese abbiamo segnalato le criticità, l'ultima nota in ordine cronologico per segnalare le stesse ad IrpiniAmbiente da parte dei cittadini di Lauro è stata inviata solo un mese fa, da allora non abbiamo ricevuto una risposta". Infine, un avviso chiaro e anche un distinguo rispetto al lavoro svolto dagli operatori locali della società: "Da quanto mi risulta, spero di essere presto smentito dai fatti, nel Vallo di Lauro la società gestisce un servizio su tre comuni con sei operai. In due comuni, Moschiano e Quindici, deve garantire anche lo spazzamento due volte a settimana. Gli operatori vivono una condizione estrema in termini di orario di servizio. Non siamo cittadini di serie B, anche perché Lauro paga novecentomila euro. Voglio ringraziare gli operatori e il responsabile zonale che, tra mille difficoltà, tentano di garantire, anche con la sinergia con gli enti, una raccolta efficace sul territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti a Lauro, l'assessore Iovino incalza Irpiniambiente: "Non siamo cittadini di serie B, basta ritardi e servizi ridotti"
AvellinoToday è in caricamento