Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Alto Calore, Montefusco (Sinistra Italiana): "Rilanciamo con forza la necessità di azzerare l'attuale management"

La Sezione contro la Criminalità economica della Procura della Repubblica di Avellino ha avanzato richiesta di fallimento per l’Alto Calore Servizi s.p.a., proprietaria dell’infrastruttura di distribuzione idrica per il territorio irpino e parte di quello sannitico

Questa mattina, presso il Circolo della stampa di Avellino, Sinistra Italiana si è espressa sulle recenti vicende riguardanti Alto Calore Servizi e la gestione del servizio idrico in provincia di Avellino. Alla conferenza stampa hanno partecipato Roberto Montefusco, Raffaele Aurisicchio, Amalio Santoro, Giancarlo Giordano.

Roberto Montefusco commenta così la crisi debitoria che sta investendo l'azienda Alto Calore: "La richiesta della Procura certifica una condizione che era sotto gli occhi di tutti, ovvero una massa debitoria insostenibile per Alto Calore Servizi ed una gestione fallimentare di cui l'amministratore unico Michelangelo Ciarcia  è responsabile. La narrazione di una gestione nel segno del rinnovamento che Ciarcia continua a fare è davvero sostenibile. 

"Seria preoccupazione per il destino dell'azienda"

"Noi esprimiamo, quindi, una seria preoccupazione per il destino di un'azienda che rappresenta non solo un servizio ma una risorsa per questa provincia i cui destini risultano essere incerti - continua Montefusco - rilanciamo con forza la necessità di azzerare l'attuale management di Alto Calore e di avviare una riflessione sul destino dell'azienda che per noi deve rimanere in mano pubblica. Non vorremmo che dietro tutto questo ci fosse il tentativo di scivolare verso una privatizzazione e rilanciamo con forza il modello dell'azienda speciale di diritto pubblico che è l'unico che, dal nostro punto di vista, possa garantire questa soluzione. E' chiaro che ci preoccupa anche il destino dei lavorati".

"Adesso bisognerà capire che tipo di risposta ci sarà rispetto alla richiesta della Procura. Se sarà necessario un azzeramento lo vedremo. Sicuramente c'è una responsabilità da parte dei comuni che, in questi anni, avrebbero dovuto vigilare con maggior attenzione sui bilanci. Bisogna aspettare con prudenza quello che deciderà il Tribunale e sulla base di questo assumere le determinazioni conseguenti" conclude. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alto Calore, Montefusco (Sinistra Italiana): "Rilanciamo con forza la necessità di azzerare l'attuale management"

AvellinoToday è in caricamento