rotate-mobile
Politica

Rastrelli (FdI): "Avellino può costruire una alternativa nitida nei progetti e negli uomini"

Nella giornata di oggi è stato presentato ad Avellino, presso il Circolo della stampa di Corso Vittorio Emanuele, il libro "Oltre la destra", pubblicato dalla Casa editrice Ecclettica

Nella giornata di oggi è stato presentato ad Avellino, presso il Circolo della stampa di Corso Vittorio Emanuele, il libro "Oltre la destra", pubblicato dalla Casa editrice Ecclettica. Ad organizzare la presentazione del volume, che ripercorre e riscopre la storia degli uomini e delle idee del  Movimento Sociale Italiano,  il Circolo territoriale di Fratelli d’Italia Avellino; ritenendo di stretta attualità la tematica e di rilevante valenza storica l’argomento e l’opera degli autori. La discussione si è aperta con i saluti del commissario cittadino Vincenzo Quintarelli e moderata dal giornalista Alessandro Sansoni. Parteciperanno tre dei dieci autori ed in particolare Francesco Carlesi, Gherardo Marenghi e Francesco Guarente. Le conclusioni della presentazione sono state affidate al Sen. Sergio Rastrelli, che dichiara:

“Noi siamo una forza politica che si è sempre definita identitaria, cioè capace di vivere le sfide del proprio tempo ma senza perdere il proprio radicamento nei valori”, afferma l’onorevole. “La Destra ha sempre avuto il riferimento centrale nella nazione. Il Movimento Sociale ha sempre voluto rappresentare un’alternativa alle forze politiche che hanno sempre governato il Paese. Io penso che la forza sia stata la capacità di riconoscere la voglia di non voler mai cedere al compromesso. Io sono convinto che l’Irpinia abbia una classe politica di rilievo. In questo territorio occorreva una ristrutturazione del partito e ora penso che Avellino, come città capoluogo, potrà esprimere elementi di valore anche in Regione. Poi io, al di là delle apparenze, credo che l’esperienza De Luca volga al termine. Lo sforzo che dobbiamo fare è costruire una alternativa nitida nei progetti e negli uomini”, conclude.

Quintarelli: “Riappropriamoci della storia di uomini che scrissero pagine importanti, spesso ancora attuali”

“Questo evento parte anche da alcune polemiche che hanno riguardato le celebrazioni della nascita del Movimento Sociale Italiano”, afferma l'avvocato Vincenzo Quintarelli, commissario del circolo Fratelli d'Italia Avellino “Pippo De Jorio”. “Il Partito Democratico nazionale ha aspramente criticato Ignazio La Russa e Isabella Rauti che avevano commemorato la nascita del Movimento Sociale, chiedendone addirittura le dimissioni. Questo libro ci consente di rivendicare con orgoglio, ciò che il Movimento Sociale ha prodotto, negli anni, a livello politico e programmatico. L’intento è di recuperare il messaggio di politici, giuristi, sindacalisti e intellettuali come Giorgio Almirante, Gaetano Rasi, Giano Accame, Ernesto Massi, Pino Rauti, e Teodoro Buontempo che combatterono in una vera e propria trincea culturale, portando un contributo sul piano delle proposte concrete. Uomini che scrissero pagine importanti, spesso ancora attuali. Il Movimento Sociale ha dato spunti importnti al Governo che, ancora oggi, vengono applicati”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rastrelli (FdI): "Avellino può costruire una alternativa nitida nei progetti e negli uomini"

AvellinoToday è in caricamento