Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Questione Stadio 'Partenio-Lombardi', Festa: "Tutte le spettanze saranno incassate, evitiamo strumentalizzazioni"

Le parole del primo cittadino: "C'è la volontà sia da parte dell'Us Avellino, sia la determinazione da parte dell'amministrazione nel rispetto delle norme. Preferirei che non si costruissero falsi miti"

Intervenuto nel corso dell'iniziativa dedicata alla Festa del Papà presso l'Official Store dell'Us Avellino, il sindaco Gianluca Festa ha affrontato la questione relativa allo stadio "Partenio-Lombardi".

"Evitiamo di strumentalizzare: in questi casi la politica mostra la parte peggiore di sé"

"Uno di quegli argomenti che, ciclicamente, vengono ripresi. Sembra quasi una ragione di vita" esordisce il primo cittadino del capoluogo irpino, con riferimento ai mancati pagamenti dei canoni di locazione, Tari e Tosap dello stadio da parte della società biancoverde, per un ammontare pari a circa 1 milione di euro. "Tutti devono stare tranquilli: nel rispetto delle norme, tutte le spettanze saranno dovute al Comune saranno incassate. Ma, su questo, c'è la volontà sia da parte dell'Us Avellino, sia la determinazione da parte dell'amministrazione, in quanto giustizia e tributi sono uguali per tutti. Io preferirei che non si costruissero falsi miti, che non ci fosse la caccia alla streghe, la ricerca dei fantasmi a tutti i costi. Tutto ciò fa male al territorio. L'Avellino è un patrimonio di tutti noi, degli avellinesi, degli irpini. Ed è anche un orgoglio con cui ci presentiamo in tutta Italia. Ora, rispettando le regole, eviterei di strumentalizzare perché, in questi casi, la politica mostra la parte peggiore di se stessa".

"Siamo pronti a deliberare per continuare la fase autorizzatoria dello stadio nuovo"

Sulla realizzazione del nuovo stadio, Festa precisa: "Stiamo andando avanti con l'iter e, in particolare, con l'istruttoria relativa al project. C'era una questione tecnica da affrontare. Gli uffici, confrontandosi con l'Us Avellino, hanno risolto anche quest'ultimo dubbio burocratico e quindi siamo pronti a deliberare per continuare la fase autorizzatoria dello stadio nuovo".

Secondo il primo cittadino, tuttavia, la complessità dell'iter non inficerà la timeline del progetto: "I tempi non si sono allungati, ma abbiamo dovuto approfondire la parte amministrativa. Ci sono degli standard urbanistici da rispettare quando c'è una costruzione, al di là dello stadio in sé e per sé. Nel progetto, è previsto anche un centro commerciale e, nel momento in cui questo centro serve a tenere in piedi l'investimento, questi standard vanno rispettati. Si è trovata una soluzione, per la quale vi è stato bisogno di un approfondimento e di un conseguente allungamento dei tempi, Ma credo che, da qui a due anni, potremmo avere già una buona parte della struttura messa in piedi".

"Sono contento della svolta in favore di De Vito, stiamo valutando Gautieri ma si vede già che qualcosa è cambiato"

"Senza esprimere giudizi sull'operato di Braglia e Di Somma che ringraziamo per quello che hanno fatto, ritengo che, a un certo punto, fosse necessaria una svolta. Ovviamente, sono contento che ci sia sia stata in favore di Enzo De Vito, un irpino purosangue, un ragazzo cresciuto bene, che si è formato e ha fatto una buona carriera, continuando la tradizione dei direttori sportivi irpini. Sono convinto che potrà dare un apporto importante a questa società, anche in prospettiva. Stiamo valutando Gautieri, nel senso che lo conosciamo da calciatore, un po' meno da allenatore. Ma si vede già che qualcosa è cambiato e sono convinto che, nei playoff, diremo la nostra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questione Stadio 'Partenio-Lombardi', Festa: "Tutte le spettanze saranno incassate, evitiamo strumentalizzazioni"
AvellinoToday è in caricamento