rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Provincia, vicepresidenza e deleghe: i possibili scenari

Il Partito Democratico pone le condizioni, forti dei numeri: il presidente Gambacorta pronto a concedere le deleghe più importanti e la vicepresidenza

Domenico Gambacorta, presidente della Provincia ha già fissato un paletto per la futura distribuzione delle deleghe ai consiglieri provinciali. Il suo vice sarà un consigliere provinciale del Partito Democratico.

Forte dei cinque consiglieri presenti in aula, sarà anche il partito che riceverà di più dal presidente di Forza Italia.

Il gruppo renziano ha infatti, durante un incontro, stabilito alcuni punti fermi. Caterina Lengua è l'indiziata numero uno per la vice presidenza con la delega alla cultura. Gianluca Festa avrà la gestione di Ambiente e rifiuti. Vito Farese, oltre ad essere capogruppo Pd riceverà la delega alle politiche sociali e allo sport. 

Luigi Tuccia, delega a parte della Viabilità e vice presidenza dell’Upi (Unione Province Italiane) regionale. Delega alle Politiche comunitarie, alla Protezione civile per Enza Ambrosone. Non è da escludere anche la delega ad enti sovracomunali (Asi o Alto Calore).

Per gli altri partiti? Dovranno accontentarsi di quello che rimane. A partire dall'Udc per i due consiglieri Vito Pelosi e Luigi D'Angelis l'urbanistica e parte della viabilità provinciale. Forza Italia con Girolamo Giaquinto all'edilizia scolastica e Franco Di Cecilia parte della viabilità provinciale. I trasporti a Giovanni Romano per la civica Avellino Popolare. A Fausto Picone e Marino Sarno di Proposta Civica andrebbero a questo punto viabilità e politiche del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, vicepresidenza e deleghe: i possibili scenari

AvellinoToday è in caricamento